Il lino bianco è spesso considerato difficile da curare. Molto rapidamente, i vestiti bianchi e la biancheria intima possono macchiarsi, lasciare un alone e accumulare sporco. Inoltre, per mantenere un lino bianco brillante, spesso è necessario rimuovere le macchie incrostate prima di metterlo in lavatrice. In questo articolo vi diamo 3 consigli fatti in casa per sbiancare i vestiti senza rovinarli e senza usare candeggina.

Le macchie di cioccolato, olio, vino rosso, sangue o fango possono incastrarsi nel bucato bianco e diventare difficili da rimuovere. Per rimuovere le macchie ostinate e sbiancare la biancheria, alcuni usano la candeggina prima del lavaggio in lavatrice. Ma nonostante la sua efficacia nello sbiancamento della biancheria,  la candeggina rimane un prodotto corrosivo e tossico  che presenta rischi per la salute e l’ambiente. Per avere capi bianchi come nuovi, ecco 3 soluzioni naturali che dovresti conoscere.

3 consigli per sbiancare i vestiti senza candeggina

Per ravvivare la brillantezza di un capo bianco senza usare candeggina o altri prodotti chimici, ci sono 3 consigli infallibili:

  1. Bicarbonato di sodio

bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un prodotto domestico naturale – Fonte: spm

Il bicarbonato di sodio è considerato un prodotto miracoloso che  può essere utilizzato in molti modi domestici . Questa polvere bianca è un alleato impareggiabile per la pulizia, la disinfezione e la manutenzione della tua casa. Per sbiancare il bucato, puoi utilizzare questa polvere multiuso. In una bacinella, mescola quattro litri d’acqua con una tazza di bicarbonato di sodio e poi immergici i vestiti bianchi. Lasciare agire per 1 ora poi metterli in lavatrice per completare la pulizia. I tuoi vestiti usciranno più bianchi del bianco!

  1. aspirina

aspirina

Aspirina per sbiancare i vestiti – Fonte: spm

L’aspirina è un trucco molto efficace per rimuovere una macchia incrostata e tracce di sudore che compaiono su un capo bianco. Basta  sciogliere cinque compresse di aspirina in una bacinella  piena di acqua fredda e poi immergere i vestiti nel liquido per 1 ora. Quindi, metti i vestiti in lavatrice per farli sembrare nuovi.

  1. aceto bianco

aceto bianco da bucato

L’aceto bianco combatte le macchie ostinate – Fonte: spm

L’aceto bianco è rinomato per le sue proprietà disinfettanti, sbiancanti, ammorbidenti e deodoranti. Per preservare la morbidezza del bucato bianco e ravvivarne la lucentezza, puoi versare 3 tazze di aceto bianco nella lavatrice prima di avviare il programma. Non solo potrai dire addio alle macchie difficili, ma potrai anche goderti biancheria bianca pulita e scintillante.

I rischi dell’uso della candeggina

Durante i lavaggi, la maggior parte scopre che i loro vestiti bianchi perdono lucentezza e diventano opachi. Per schiarirli e ravvivarne il candore, alcuni pensano che la candeggina sia un prodotto indispensabile. Composta da ipoclorito di sodio e cloro, la candeggina è nota per le sue proprietà antibatteriche, sbiancanti e disinfettanti.

Tuttavia, questo prodotto chimico presenta rischi significativi per i suoi utilizzatori ma anche per l’ambiente. In effetti, una manipolazione impropria della candeggina può causare irritazioni e ustioni alla pelle e agli occhi. Inoltre, una miscela con altri prodotti per la pulizia può rilasciare gas tossici e danneggiare le vie respiratorie. Secondo uno  studio scientifico , l’uso della candeggina favorisce le infezioni respiratorie e otorinolaringoiatriche, soprattutto nei bambini dai 6 ai 12 anni. Inoltre, questo prodotto corrosivo può distruggere i metalli e liberare gas dannosi per l’ambiente.