Pulire il bagno non è sempre piacevole: tra tartaro, tracce di calcare e muffa nera, passiamo ore difficili a lucidare tutto, senza molto risultato. Scopri come rendere questo compito meno restrittivo con l’aceto bianco. Un ingrediente naturale ed economico con proprietà disinfettanti, che aiuta a superare lo sporco e le incrostazioni nel nostro bagno.

Il bagno è una stanza che usiamo molto e quindi si sporca velocemente. L’umidità della stanza favorisce lo sviluppo di muffe e il calcare dell’acqua dura si deposita ovunque nei nostri servizi igienici. Questi 4 consigli ti permetteranno di pulire efficacemente i tuoi bagni con l’aceto bianco, per un bagno pulito e impeccabile.

1. Aceto bianco per pulire le toilette incrostate

wc sporco

Pinterest

Wc in scala – Fonte: spm

L’acqua è la fonte degli inconvenienti che si incrostano nel water. Quest’acqua, infatti, è ricca di minerali come calcio e magnesio, responsabili della comparsa del tartaro. Quando l’acqua ristagna nella ciotola, porta quindi alla formazione del tartaro che può assumere diversi colori: giallo, arancio o addirittura marrone.

Per  disincrostare i water e distruggere i batteri  che vi si depositano, versa una tazza di aceto bianco nella tazza e lasciala riposare per 20-30 minuti. Quindi strofinare con uno scopino pulito per rimuovere sporco e depositi di calcare e poi sciacquare.

2. Aceto bianco per lucidare le piastrelle

Con il passare del tempo, le piastrelle del bagno  perdono la loro brillantezza e diventano opache a causa dello sporco.  L’aceto bianco aiuterà a pulire quelle piastrelle per riportarle alla loro pulizia e lucentezza.

Per questo avrai bisogno

  • Una tazza di aceto bianco
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • Un flacone spray
  • Un panno in microfibra pulito

Mescolare nello spruzzatore l’aceto bianco con acqua e spruzzare le piastrelle opache. Lasciare riposare da 5 a 10 minuti e pulire con il panno in microfibra lo sporco che si è staccato dalle piastrelle. Risciacquare e pulire di nuovo per dare lucentezza a queste piastrelle.

3. Aceto bianco per la parete della doccia

pulizia delle pareti

Pinterest

Pulizia parete doccia – Fonte: spm

Macchie di calcare e residui di sapone sporcano rapidamente la parete della doccia e pulirla non è sempre facile. In questo caso, usa l’aceto bianco combinato con il bicarbonato di sodio.

Versa un bicchiere di acqua calda in un flacone spray e aggiungi 2 cucchiai di aceto bianco. Preparare una pasta con bicarbonato di sodio e un po’ d’acqua e stenderla sulla parete della doccia. Quindi spruzzare la miscela di acqua e aceto. Lasciare riposare per 15 minuti, quindi pulire la cabina con una spugna pulita. Sciacquare il muro con acqua pulita e asciugarlo con un panno asciutto.

Ripeti questa operazione una volta alla settimana per mantenere pulito il tuo box doccia.

Puoi anche prendere alcune precauzioni per evitare che le tracce di tartaro riappaiano rapidamente. Per fare ciò, assicurarsi dopo ogni doccia  di rimuovere, utilizzando un tergipavimento, il ruscellamento e le tracce d’acqua, in modo da asciugare bene la parete doccia e ritardare così la formazione di tracce di calcare.

4. Aceto bianco per disinfettare il lavandino

I lavelli non sono da trascurare, perché ospitano anche batteri e depositi di calcare. Per pulirli e disinfettarli, avrai bisogno

  • 1/4 di tazza di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Una carta assorbente
  • Una spugna pulita

Per prima cosa cospargi il bicarbonato di sodio sulla spugna e strofina i lavandini per rimuovere lo sporco e i batteri che vi si depositano, quindi risciacqua con acqua pulita.

Usate poi l’aceto bianco per disincrostare i rubinetti perché, oltre ad essere un buon disinfettante e antibatterico, l’aceto bianco è anche un anticalcare.

Per fare questo, mescola l’aceto bianco con il succo di limone in un contenitore e imbevi un tovagliolo di carta con questo liquido. Avvolgi i tuoi rubinetti macchiati di calcare con questa carta e lascia riposare durante la notte. Il giorno successivo togliete la carta assorbente e strofinate bene con uno spazzolino da denti per rimuovere le tracce di calcare.

Se queste tracce ostinate persistono ancora, ripetere questa operazione per diversi giorni. Questo accorgimento può essere utilizzato anche per  rimuovere i depositi di calcare dal soffione.

pulizia del rubinetto

Pinterest

Pulizia rubinetti – Fonte: spm

Questi consigli naturali ed economici ti permetteranno quindi di superare lo sporco e le incrostazioni che ricoprono i tuoi wc, in modo da ritrovare un bagno pulito.