Quando laviamo i vestiti, ci aspettiamo legittimamente che escano puliti e freschi dalla lavatrice. Purtroppo a volte abbiamo brutte sorprese e una delle più frequenti non è altro che il cattivo odore sui vestiti appena lavati. Per motivi di risparmio di tempo, possiamo commettere errori di lavaggio causando questo inconveniente e che faremo bene a evitare.

In questo articolo non si tratta di sapere come porre fine ai cattivi odori ma di elencare gli errori del bucato che dovrebbero generare odori di umidità sui nostri vestiti. Dai un’occhiata a queste false buone idee per il bucato.

Errori di bucato che lasciano un odore di umido sui nostri vestiti

Ecco i principali errori di lavaggio e asciugatura che possono essere responsabili dell’odore di muffa emanato dai nostri vestiti.

– Il sovraccarico della lavatrice può causare odore di umido

Sovraccarico della macchina

Questo è un errore che comporta il sovraccarico del cestello della lavatrice. Un gesto controproducente che non pulisce efficacemente i vestiti. Una macchina troppo piena rende i vestiti più bagnati e impiega molto più tempo ad asciugarsi.

– La mancanza d’aria favorisce la comparsa di un odore di umidità

Se i tuoi capi non sono sufficientemente aerati durante l’asciugatura, potrebbe formarsi dell’umidità. Non ammucchiare tutto il bucato bagnato nell’asciugatrice sperando di risparmiare tempo o ti ritroverai con un bucato che puzza di umido. Potrebbe anche intaccare il tessuto al punto da dover stirare molti dei tuoi vestiti.

È meglio distanziare i lavaggi dando ai tuoi vestiti lo spazio di cui hanno bisogno per asciugarsi correttamente . Allo stesso tempo, assicurati di ventilare la stanza per 15 minuti per consentire il libero flusso d’aria. Una buona ventilazione è importante per la qualità dell’asciugatura.

– Asciugare i vestiti in una stanza umida può causare un odore di umido

Quando fa freddo, un altro riflesso è quello di asciugare i panni in una stanza come il bagno. Tieni presente, tuttavia, che questo è un errore. Dopo un po ‘, la mancanza d’aria provoca inevitabilmente odori di muffa . Se non vuoi aprire le finestre di casa per paura del freddo, prendi in considerazione l’idea di procurarti un deumidificatore per consentire ai tuoi oggetti di asciugarsi più velocemente.

– Non pulire la lavatrice può lasciare un odore di umido sui vestiti

Pulizia della macchina

Le lavatrici tendono a trattenere l’umidità che causerà muffa e un odore persistente. Per evitare ciò, pulire il tamburo con un detergente per la casa fatto in casa e quindi eseguire un ciclo di aspirazione ad alta temperatura dopo aver versato alcuni cucchiai di bicarbonato di sodio nel cassetto del detersivo. Il bicarbonato di sodio non solo aiuterà a uccidere i batteri, ma anche a deodorare la tua macchina.

Inoltre, tra ogni utilizzo, ricorda di lasciare socchiusa la porta del tuo elettrodomestico. In effetti, una buona ventilazione consente un’asciugatura di buona qualità e quindi impedisce al bucato di emanare un odore di muffa. Altro dettaglio, ricordiamo che le guarnizioni in gomma del tamburo possono ospitare sporco e batteri . Non esitate a pulirli e disinfettarli.

– Una quantità errata di detersivo può contribuire a un cattivo odore di umidità

Se pensi che usare molto detersivo ti farà risparmiare tempo ed efficienza, ripensaci. Troppo detersivo creerà solo schiuma che intrappola lo sporco e i batteri che causano cattivi odori.

Basta fare riferimento all’etichetta e ai contrassegni nel tappo per utilizzare la corretta quantità di detersivo. Per quanto riguarda la temperatura dell’acqua, preferire l’acqua calda per i tessuti che possono resisterle al fine di sradicare meglio i batteri.

– Anche l’uso frequente di ammorbidente è responsabile dell’odore di umido

ammorbidente 7

È difficile non voler rinunciare all’uso dell’ammorbidente per profumare e ammorbidire i nostri tessuti. Tuttavia, il suo uso frequente maschererà solo gli odori indesiderati invece di neutralizzarli . Si consiglia invece di prediligere l’aceto bianco che tende ad avere un potere deodorante e disinfettante.

Se è difficile per voi rinunciare alle caratteristiche profumate di un ammorbidente, potete sempre versare nell’apposito vano qualche goccia di olio essenziale diluito in acqua . Timo, menta, lavanda o persino eucalipto, ne hai per tutti i gusti. Puoi anche creare il tuo ammorbidente senza prodotti chimici