Quando parliamo di Marinatura, non stiamo solo dicendo che esiste un modo diverso di fare le carni, ma anche che questo modo esalta i sapori e cambia la consistenza delle carni.

La marinatura è una tecnica . Consiste nell’immergere l’alimento, qualunque esso sia, in un liquido che contenga anche olio o acqua e componenti aromatici, che possono variare e possono essere dalle erbe aromatiche, ai succhi di frutta, alcune varietà di vino e latticini.

Quando mariniamo le carni, ad esempio, otterremo carni molto più tenere, morbide e con una consistenza migliore. Si dice anche che la marinatura di un alimento prolunghi la vita del cibo.

Suggerimenti per marinare la carne

1 – Con un sacchetto e sottovuoto

Quando fate una marinata, di qualsiasi tipo, e con gli ingredienti che più vi piacciono, tenete sempre presente che questo alimento va conservato in frigorifero ma in un sacchetto sottovuoto che si trova in commercio. La carne deve essere sempre a contatto con il mezzo liquido, questo servirà a mantenerla nel tempo ea non contaminarla con altri odori di altri cibi in frigorifero.

2 – Attenzione ai liquidi in eccesso

Dovrai provare che il liquido che fai non sia eccessivo. Affinché tu abbia un riferimento per ogni chilogrammo di carne, devi preparare circa 250 millilitri di liquido che lo contiene. Per le carni più asciutte, come il tacchino, puoi iniettare il liquido nella carne facendola lubrificare internamente e quindi la marinatura avverrà dall’interno e dall’esterno.

3- Il liquido più adatto

Quando si tratta di marinare, il liquido che prepariamo deve essere composto sia da una sostanza oleosa che da una sostanza agrumata (soprattutto quando si parla di manzo). La funzione che svolge l’olio è quella di fornire sapore e la funzione che svolgerà la parte agrumata è quella di migliorare la consistenza della carne che stiamo marinando.

4 – Determinati contenitori

Cerca sempre di utilizzare determinati contenitori durante la cottura. Il più consigliabile sarà porcellana, acciaio inossidabile, fonti chiamate Pirex o vetro resistente al calore . Quelli che non dovresti usare sono quelli in alluminio, poiché se ci sono componenti acidi nella miscela liquida che hai preparato, potrebbero reagire all’acido che contiene la preparazione.

5 – Il tempo è importante

Tieni presente che più a lungo il prodotto trascorre nella busta in frigorifero, migliore sarà la tua marinata. Più a lungo la carne assorbirà i sapori, più forte sarà.Se manca il tempo, affinché la tua marinatura produca risultati, puoi lasciarla in un tempo minimo di mezz’ora e avrai già un sapore diverso. Come riferimento ti diremo che per un pollo intero la marinatura perfetta sarà di almeno 12 ore.

6 – Ci sono carni che sono migliori

Le marinate sono molto favorevoli a tagli di carne più duri o meno saporiti. Pollame, coniglio, tacchino, maiale e tagli di manzo più duri sono i tipi di carne più consigliati per una buona marinatura.

Suggerimenti per marinare carni diverse:

Maiale:

La carne di maiale è una carne che non deve essere marinata per più di 24 ore. Se quel tempo passa, potrebbe dargli una consistenza farinosa. Esistono diverse marinate: Soia e Aglio; salsa al vino rosso; salsa di soia ecc

Pollo:

Come abbiamo già detto, il pollo deve essere marinato per un periodo non inferiore alle 12 ore, ma questo tempo è considerato per un pollo intero. Se invece mettiamo a marinare una diga, basteranno solo 3 o 4 ore.

La carne:

Si consiglia, come nel caso del maiale, di non marinare mai la carne per più di 24 ore. Ciò impedirà alla nostra carne di acquisire una consistenza appiccicosa e di avere un sapore simile alla carne in scatola. Sì, certo che la marinata sarà fatta in tagli più piccoli come una bistecca, puoi lasciarla solo per 2 o 4 ore.