Ti sei svegliato una mattina e la batteria della tua auto è scarica? Già, se questo accade quando sei ancora a casa, dovresti considerarti fortunato. Perché, il più delle volte, succede all’improvviso mentre sei in viaggio o al semaforo rosso. E la situazione non è mai piacevole! Qualunque cosa accada, un guasto alla batteria non è mai divertente, soprattutto se hai un appuntamento importante o un’emergenza. Ma niente paura, c’è un trucco semplice e pratico per avviare velocemente l’auto ed evitare spese immediate. Scopri come la frizione può venire in tuo soccorso!

Spingere l'auto in panne

Cosa fare in caso di guasto della batteria?

Quasi tutti noi, almeno una volta, abbiamo sofferto per la batteria completamente scarica e ci siamo ritrovati improvvisamente a spingere l’auto da parte e non creare problemi di traffico. Probabilmente l’hai sperimentato: devi spingere il veicolo in discesa per poter ripartire. Ovviamente, questo metodo viene solitamente utilizzato solo quando i cavi di accoppiamento non sono disponibili, il che ovviamente rende il compito molto più semplice.

Affinché questa tecnica funzioni correttamente, devi essere al volante e qualcuno dietro deve spingere l’auto in discesa. Ma c’è un punto essenziale di cui tener conto: la frizione deve essere premuta a fondo e bisogna innestare la seconda marcia, perché è l’unica in grado di dare al veicolo la giusta coppia che permette di ripartire senza problemi. Naturalmente, è ovvio che il freno a mano deve essere rilasciato non appena si avvia l’auto. Una volta che il veicolo è in movimento, rilascia la frizione, accelera per avviare il motore e sei pronto per guidare di nuovo. Ricordiamo che è assolutamente necessario evitare di spegnere l’auto per non ricadere nella stessa trappola. Tieni presente che l’alternatore ha bisogno di un quarto d’ora per caricare sufficientemente la batteria.

NB  : la velocità da raggiungere per riavviare il veicolo è compresa tra 10 e 25 km/h. Si consiglia di inserire la seconda marcia, per evitare un improvviso o pericoloso riavvio del motore.

Perché la mia batteria si scarica così velocemente?

 

  • Brevi tragitti o sosta prolungata della vettura

È l’alternatore che carica la batteria, ma se non gli dai il tempo di farlo, la batteria alla fine si scaricherà. Il tempo più consigliato per caricare correttamente la batteria è di 45 minuti a velocità costante. Farlo una volta alla settimana potrebbe essere sufficiente.

  • Utilizzo di elementi elettronici a motore fermo

Se il motore è spento e si lasciano accesi l’autoradio, i fari o altri componenti elettrici attivi, inevitabilmente si scaricherà gradualmente la batteria. Un consiglio: la batteria va utilizzata solo per avviare l’auto e nient’altro, altrimenti si scarica prima del tempo. Aspetta di avere il motore acceso per goderti il ​​resto!

  • Alternatore difettoso o danneggiato

Se l’alternatore è danneggiato o guasto, ciò influisce direttamente sulla carica della batteria. In questo caso bisogna stare molto attenti, perché se questo meccanismo è difettoso, può influire su altre parti dell’impianto elettrico.

Quanto può durare una batteria per auto?

Normalmente, una batteria originale di solito dura dai 6 agli 8 anni, se mantenuta correttamente. Se dura solo 4 anni, è in cattive condizioni. In termini assoluti, quando si danneggia prematuramente, è a causa della scarsa manutenzione e del fatto di lasciarlo scaricare completamente.

Carica la batteria dell'auto

Come ricaricare una batteria dell’auto completamente scarica?

Per ricaricare una batteria completamente scarica occorrono un’adeguata coppia di cavi elettrici e un veicolo perfettamente funzionante. In questo modo potrai collegare le batterie dei due veicoli per ricaricare quello guasto, grazie ad un trasferimento di energia.

Ecco i passaggi da seguire per una ricarica sicura ed efficiente:

  1. Apri il vano motore o quello in cui è annidata la batteria del tuo veicolo.
  2. Collegare ciascuna delle fascette rosse ai poli positivo e negativo di ciascuna batteria.
  3. Avviare il motore del veicolo funzionante. Da lì, la batteria del veicolo morto inizierà a caricarsi.
  4. Attendere almeno 5 minuti dopo aver avviato il motore. Ciò consentirà alla batteria scarica di ricevere una carica sufficiente. Tieni presente che una ricarica completa richiederà molto più tempo.
  5. Ora prova ad avviare il motore del veicolo in stallo. Se i cavi di collegamento e la batteria hanno fornito energia sufficiente, il motore dovrebbe avviarsi facilmente. Se fa fatica ad avviarsi, attendi altri 5 minuti affinché la batteria si ricarichi ulteriormente.
  6. Lasciare il motore al minimo per almeno 20 minuti. In alcuni casi, questo tempo è più che sufficiente per caricare completamente una normale batteria. Tuttavia, se si scopre che la carica della batteria non è sufficiente per avviare il motore del veicolo, è molto probabile che sia necessario acquistare una nuova batteria.

Quanto può durare la batteria di un’auto senza avviarsi?

Si stima che un veicolo parcheggiato, spento e senza avviarsi, possa mantenere la carica della batteria per circa 10 giorni o meno. Tutto dipende dalle condizioni meteorologiche e dal consumo degli accessori elettrici.