Il cumino è un’erba gustosa e aromatica. Il seme di cumino è la parte più utilizzata della pianta e può essere utilizzato in cucina, zuppe, stufati e altri piatti, ma devi anche sapere che tutte le parti della pianta sono commestibili.

La coltivazione dei semi di cumino richiede un po’ di pazienza poiché la pianta del cumino è una pianta biennale e non fa altro che una crescita vegetativa nel suo primo anno.

La pianta del cumino assomiglia a una pianta di carota e produrrà semi solo nel suo secondo anno.

La pianta del cumino (Carum Carvi) è una pianta erbacea biennale che raggiungerà i 70 cm di altezza. La pianta è alta solo 20 cm nel suo primo anno con fogliame simile a una carota e un lungo fittone.

Nel secondo anno, la pianta triplicherà le sue dimensioni e il fogliame diventerà più piumato con steli robusti. Sugli ombrelli appariranno piccoli fiori bianchi, che iniziano a sbocciare a maggio e dureranno fino alla fine dell’estate.

I fiori appassiti producono poi piccoli semi marroni duri.

Il sapore del cumino è presente in una parte significativa di molte cucine regionali.

semi di cuminoCumino dei prati in crescita dal seme :

Il cumino dei prati è una pianta poco utilizzata e poco coltivata nella maggior parte degli orti. La pianta è originaria dell’Europa e dell’Asia occidentale, dove prospera in pieno sole e terreno ben drenato con intervalli di pH da 6,5 ​​a 7,0.
Non è una pianta ideale per climi caldi e umidi e predilige le zone temperato fresche.

Puoi trovare semi di cumino interi nei garden center, su internet o in alcuni supermercati a seconda della tua regione.
Semina semi di cumino profondi 1 cm in autunno o in primavera.
Una volta che il seme germina, separa le piante di cumino a 20-30 cm di distanza. Nei climi più freddi, prendi in considerazione di fare un bel pacciame sulle radici della pianta con paglia o pacciame organico, che aggiungerà sostanze nutritive al terreno.
La germinazione è lenta e sporadica quando si coltivano semi di cumino. La pianta può essere consociata per aiutare a prevenire le erbacce e gestire le condizioni del suolo.

Cura del cumino:

Per la crescita del cumino è necessaria una manutenzione molto bassa, ma nel primo anno è importante un’umidità adeguata. Il fogliame delle piante di cumino dovrebbe essere asciutto durante l’irrigazione, quindi un tubo antigoccia è un ottimo modo per mantenere l’umidità del suolo senza annaffiare le foglie.

Taglia le piante in autunno poiché moriranno e ricresceranno in primavera.

Monitora le tue piante poiché il cumino può avere alcuni problemi di parassiti e malattie.

Semina un nuovo lotto di semi all’anno dopo la prima semina per avere una produzione costante.

Raccolto:

La raccolta del cumino ti darà una nuova fonte adattabile di spezie che si conserva molto bene. Tutte le parti della pianta del cumino sono commestibili.
Raccogli le foglie nel primo o secondo anno per insaporire le insalate. Quando la pianta ha prodotto il seme, estrai il fittone e usalo come faresti con qualsiasi ortaggio a radice.
I semi vengono raccolti quando hanno un forte colore marrone scuro.
Taglia gli ombrelli dalla pianta e mettili in un sacchetto di carta. Lasciali asciugare in un sacchetto aperto per alcuni giorni, quindi agita il sacchetto per rimuovere le spezie di cumino.

I giardini di erbe aromatiche sono molto più completi quando si coltiva il cumino e aiuta ad aggiungere quel grande sapore caratteristico del proprio orto alla propria mensola.