Se stai cercando la tazza di caffè perfetta per iniziare la giornata o per creare un’esperienza di consumo unica per amici e familiari, allora dovrai coltivare la tua. Anche se può sembrare un compito arduo, in realtà è molto semplice. Tutto quello che devi fare è procurarti gli strumenti giusti, il terreno giusto, la pianta giusta e, naturalmente, la pianta del caffè giusta.

Cos’è la pianta del caffè?

Le piante del caffè provengono dalla famiglia delle Rubiacee e appartengono al genere Coffea. Queste piante sono originarie dell’Africa tropicale, dove vengono coltivate con il metodo manuale. Il caffè è un albero sempreverde in fiore che può crescere fino a 20 metri se coltivato allo stato selvatico. La pianta del caffè fiorisce tra aprile e maggio e fruttifica tra giugno e luglio. Durante questi mesi i frutti vengono raccolti e trasformati in chicchi di caffè. Questi chicchi vengono poi tostati e preparati per creare il caffè.

Come coltivare la pianta del caffè in casa

Coltivare il proprio caffè è uno dei modi migliori per garantire chicchi freschi tutto l’anno. Tuttavia, coltivare la propria pianta di caffè in casa richiede un po’ più di know-how rispetto al semplice piantare un seme in un vaso. Prima di tutto, assicurati di scegliere la varietà giusta per il tuo clima. I due tipi di caffè più diffusi sono l’Arabica e il Robusta, coltivati ​​per due scopi molto diversi. I fagioli Arabica sono generalmente più costosi e vengono coltivati ​​per il loro sapore delicatamente dolce, mentre i fagioli Robusta sono generalmente meno costosi e vengono coltivati ​​per il loro gusto più forte e deciso.

I fagioli Arabica generalmente hanno bisogno di 18-22 gradi Celsius per prosperare, mentre i fagioli Robusta danno il meglio a temperature tra 10 e 18 gradi Celsius. Per coltivare il tuo chicco di caffè Arabica, dovrai iniziare con il terreno giusto. Questo aiuterà la tua pianta a ottenere il nutrimento di cui ha bisogno promuovendo anche una forte crescita. Inoltre, assicurati di mantenere il terreno uniformemente umido. Se si sta asciugando troppo, tutto ciò che devi fare è appannarlo un po’ più frequentemente. Allo stesso modo, se si sta bagnando troppo, assicurati di aprire alcune finestre e far entrare un po’ di aria più fresca.

Cura della pianta del caffè

Ora che hai il terreno giusto e la pianta giusta, è il momento di iniziare con le giuste cure. Quando si coltiva il caffè in casa, la cosa più importante da ricordare è mantenere la pianta uniformemente umida. Se si sta asciugando troppo, tutto ciò che devi fare è appannarlo un po’ più frequentemente. Allo stesso modo, se si sta bagnando troppo, tutto ciò che devi fare è aprire alcune finestre e far entrare un po’ d’aria più fresca.

Un’altra parte importante della cura delle piante di caffè è piantarle in un luogo che riceva molta luce solare. Troppa poca luce solare e la tua pianta crescerà radici deboli e non sviluppate. Troppa luce solare e la tua pianta non ne riceverà abbastanza e potrebbe sviluppare una crescita eccessiva delle foglie, risultando in una pianta debole e bruciata. Inoltre, assicurati di posizionare la tua pianta ad un’altezza di circa due piedi da terra.

Pianta del caffè in crescita al chiuso

Ora che sai come coltivare la tua pianta di caffè in casa, è ora di iniziare! Prima di tutto, dovrai trovare il posto migliore per far crescere la tua pianta. Idealmente, questo dovrebbe essere un luogo che riceva molta luce solare e non sia direttamente vicino a una finestra. Inoltre, assicurati di dare alla tua pianta molto spazio. In generale, dovresti essere in grado di inserire due piante di caffè una accanto all’altra in un’area di 18 piedi quadrati.

Ora che hai preparato il punto di semina, è ora di iniziare a piantare! Tutto quello che devi fare è rimuovere il terreno dal punto di semina, aggiungere un po’ di fertilizzante e quindi sostituire il terreno. Quando pianti il ​​tuo caffè, assicurati di piantare i semi a 1-2 pollici di profondità e coprirli con il terreno.