I mirtilli sono a volte indicati come caramelle della natura, con un sapore succoso e dolce a cui pochi possono resistere. Ma non c’è davvero alcun motivo per provare a resistergli, poiché questo frutto è tra alcuni degli alimenti più sani che puoi mangiare.

Queste bacche viola offrono benefici per la salute di lunga durata che superano di gran lunga le loro minuscole dimensioni, grazie al fatto di essere ricche di antiossidanti che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e proteggono dal cancro e dalle malattie cardiache.

Sono ricchi di proantocianidina, qualcosa che ha dimostrato di aiutare nella perdita di peso, combattere il cancro e aiutare a godere di una pelle dall’aspetto più giovane.

I mirtilli sono anche una buona fonte di vitamine A, C e K, manganese e potassio.

Perché non vorresti coltivare secchi pieni di mirtilli con tutta quella nutrizione e anche un gusto saporito?

Mangiali subito, aggiungili allo yogurt bianco o usali in frullati e cottura al forno.

Certo, probabilmente vuoi solo sapere come puoi coltivare il tuo, giusto?

La buona notizia è che i mirtilli sono longevi, affidabili e alcuni dei frutti più facili da coltivare in modo biologico.

Alcune specie sono originarie di particolari regioni del Nord America, ma alcuni tipi di cespugli di mirtilli possono essere coltivati ​​praticamente ovunque, a condizione che tu abbia un terreno acido con un pH inferiore a 5,0.

Possono anche essere coltivate in contenitori riempiti con una miscela di piantagione acida a base di corteccia.

Suggerimenti per coltivare i mirtilli in vaso

Non importa dove vivi, puoi coltivare mirtilli in vaso. Ecco i requisiti di contenitore, terreno, pacciame e fertilizzante per aiutarti a raggiungere il successo.

1. I mirtilli producono rese soddisfacenti se piantati in contenitori o aiuole rialzate con miscele di muschio di torba, sabbia e corteccia di pino. Questo gli darà il terreno acido di cui ha bisogno per prosperare. A seconda delle dimensioni della tua pianta, hai solo bisogno di un contenitore profondo tra 12 e 18 pollici.

2. I terreni sabbiosi sono ideali per la coltivazione dei mirtilli. Se stai coltivando in un terreno sabbioso, dovrebbe essere fornita l’irrigazione a goccia perché la maggior parte dei mirtilli non tollera la siccità. Non piantare mirtilli su terreni argillosi pesanti che hanno uno scarso drenaggio interno, che causerà il declino delle radici e uno scarso vigore.

3. I mirtilli sono una pianta a bassa manutenzione e sono facili da coltivare, ma sono sensibili ai fertilizzanti eccessivi. Invece di un’alimentazione ad alto dosaggio, applica il fertilizzante due o tre volte l’anno a basse dosi. I fertilizzanti organici a lenta cessione sono i migliori.

Evita i fertilizzanti che contengono forme nitrate di azoto, che possono rallentare la crescita delle piante. Utilizzare invece fertilizzanti con azoto sotto forma di urea o ammonio.

Controlla la confezione del fertilizzante per determinare la forma di azoto che contiene. Il fertilizzante azotato più efficace e più comunemente usato per i mirtilli è il solfato di ammonio (21-0-0).

4. Il pacciame è vitale per la coltivazione dei mirtilli, specialmente durante i primi 2 anni di impianto. Aiuta ad acidificare il terreno, controllare le erbacce, conservare l’umidità del suolo e moderare le temperature del suolo. Applicare uno strato di pacciame profondo da 2 a 3 pollici sul terreno esposto nel contenitore.

I pacciami appropriati includono muschio di torba, paglia di pino, corteccia di pino, foglie e erba tagliata. Non usare letame da cortile, che ha un alto contenuto di sale.

5. Una volta che il frutto inizia a maturare, proteggi il tuo raccolto di bacche dagli uccelli isolando il raccolto. La rete continua ad essere il modo più completo ed efficace per ridurre i danni causati dagli uccelli nelle piantagioni di piccoli frutti. È il più resistente e con la cura adeguata può durare fino a 10 anni. Puoi acquistare una rete per uccelli

 o trova qualcosa nel negozio di tessuti locale. Questo tessuto o rete viene posto sopra la pianta una volta che il cespuglio ha smesso di fiorire e dà i frutti.