Press ESC to close

Come conservare le patate più a lungo?

Disponibile in molti modi, al vapore, schiacciata o fritta, la patata è uno degli alimenti più amati. Tuttavia, molti di loro non sempre sanno come conservarlo correttamente in modo che duri più a lungo. Contrariamente a quanto immaginiamo, non dovremmo conservare le nostre patate da nessuna parte: bastano cattive condizioni di conservazione per accelerare la germinazione e alterarne la qualità. Per preservarne i benefici e il sapore unico è necessario rispettare alcune regole di conservazione. Ecco gli errori da evitare e le migliori opzioni di archiviazione.

Patate

Come evitare che le patate germoglino?

Si sconsiglia di conservare le patate con alimenti che potrebbero causare una germinazione prematura. Responsabile della maturazione, il gas etilene è presente in diversi alimenti, come avocado, pomodori e cipolle. Nella categoria della frutta, quelli che rilasciano questo ormone vegetale sono le banane, le pere, le mele e anche il mango. Si trova anche nei meloni e nelle angurie. Pertanto, se si vuole che questi frutti durino più a lungo, è opportuno evitare di conservarli insieme. Al contrario, poiché l’etilene aiuta questi prodotti a maturare più velocemente, se vuoi innescare la maturazione rapida di un avocado, un kiwi o una banana, ad esempio, è sufficiente combinarli insieme affinché avvenga la magia.

Dove conservare le patate in modo che non germinino?

Comunemente, il modo migliore per conservare le patate è conservarle in uno spazio fresco, lontano dalla luce solare diretta, poiché i raggi del sole sono responsabili della formazione della clorofilla, il caratteristico pigmento che conferisce il colore verde alle patate quando germinano rapidamente. Scegli quindi il seminterrato o il garage. Se vivi in ​​un appartamento, il mobile da cucina può fare al caso tuo, purché soddisfi le condizioni di conservazione ottimali. Soprattutto, assicuratevi di non tenerli mai vicino al forno, al microonde, sotto il lavandino o sopra il frigorifero.

Quando la temperatura sarà più calda della temperatura di conservazione ideale, le patate inizieranno gradualmente a germogliare. Ma attenzione, anche le basse temperature non sono l’ideale. Non considerare di conservarli in un ambiente troppo freddo come il frigorifero. Il loro metabolismo potrebbe risentirne: ciò può portare alla scomposizione dell’amido in zucchero. In altre parole, se conservate le patate in frigorifero, una volta cotte, il loro sapore potrebbe essere distorto e il loro aspetto potrebbe facilmente assumere una tonalità marrone poco appetitosa. Pertanto, per evitare il minimo problema, conservateli con cura in un cassetto della verdura da sistemare nella credenza della cucina, al riparo dalla luce e soprattutto lontano dalle cipolle.

Come conservare le patate sbucciate e tagliate?

Stavi pensando di preparare delle patatine fritte e ti sei appena accorto di aver sbucciato più patate del necessario? Non si tratta di sprecarli gettandoli nella spazzatura, esiste un trucco per conservare i pezzi tritati senza che si rovinino rapidamente. Dovrete semplicemente immergerli in una ciotola piena d’acqua che conserverete in frigorifero. In questo modo potrete conservarli al sicuro per qualche giorno. Certo, i tuoi pezzi di patate perderanno solo un po’ di amido, ma non è male. Prima di friggerli, assicuratevi di asciugarli bene con un canovaccio pulito per evitare shock termici e schizzi di olio bollente.

Patate in frigo

Come conservare le patate cotte in frigorifero?

I tuoi occhi sono più grandi del tuo stomaco? Sei pieno e non riesci a finire questo piatto delizioso e deliziosamente preparato? Non importa, puoi conservare le patate cotte in frigorifero e mangiarle più tardi. Ma attenzione, per evitare che si rovinino e risparmiare lo stomaco, ci sono alcuni accorgimenti di conservazione da tenere in considerazione.

1. Aspetta che siano freddi

Regola d’oro: non mettere mai il cibo caldo nel frigorifero! Questo è il modo migliore per attirare i batteri e limitare la durata di conservazione. Prima di metterle in frigorifero, disponete le patate su un piatto, copritele con un canovaccio pulito e asciutto. Una volta raffreddati potrete conservarli al chiuso.

2. Asciugarli prima di riporli

Inoltre non dimenticate di asciugarli bene prima di metterli in frigorifero. Per fare questo, utilizzare un tovagliolo di carta per rimuovere l’umidità in eccesso.

3. In un contenitore ermetico

Per evitare che le vostre patate assorbano gli odori ambientali, ricordatevi sempre di conservarle in un contenitore ermetico. Inoltre, il loro profumo sarà un indicatore della loro commestibilità o meno. Quando li consumerete nuovamente, se avvertite un odore discutibile, è meglio astenersi. Pensaci!

4. Per quanto tempo si possono conservare le patate cotte?

Se segui attentamente le condizioni di conservazione, sappi che le patate bollite possono essere conservate in frigorifero per tre o quattro giorni, senza il minimo rischio.

Perché non conservare insieme patate e cipolle?

Per garantire una buona temperatura siamo abituati a conservare le nostre verdure e i nostri alimenti nella dispensa, sul balcone o in cantina. Ma ci sono ancora altre condizioni da rispettare. Sapevi, ad esempio, che dovresti evitare di tenere le patate vicino alle cipolle? Questi due prodotti, economici e disponibili in tutti i mercati, non mancano mai nelle case. Stranamente tendiamo a tenerli sempre insieme nello stesso spazio. Grosso errore, dicono gli esperti. E per una buona ragione, queste due verdure possono influenzarsi negativamente a vicenda se conservate nello stesso posto. Gli esperti di agricoltura consigliano di conservarli in un ambiente buio e fresco, ma mai uno accanto all’altro. La cipolla, infatti, rilascia un gas chiamato “etilene” che fa maturare e marcire rapidamente la patata. E, allo stesso tempo, le sostanze rilasciate dai tuberi in questo momento portano anche ad un’accelerazione del processo di deterioramento della cipolla. È un circolo vizioso che può essere spezzato solo se questi alimenti vengono separati.