Press ESC to close

Come conservare le patate senza farle germogliare?

Dove conservi le patate? Di solito li riponi in dispensa al riparo dal sole. Molto bene, è una bella iniziativa. Fai solo attenzione a non associarli a certe verdure dannose. Ma, non appena ne hai un surplus e non c’è più spazio, ne tieni automaticamente alcuni al fresco nel frigorifero, per paura che germinino troppo velocemente. Pensi che sia davvero una buona idea? Purtroppo, senza saperlo, stai alterando completamente il gusto! Vi spiegheremo perché e cogliamo l’occasione per darvi qualche consiglio utile. Se li seguite scrupolosamente, le vostre patate dureranno più a lungo.

Perché non conservare le patate in frigorifero?

Patate conservate in frigorifero

Purè, al vapore, fritte, gratinate al forno… Grandi e piccini adorano le patate! Non c’è da stupirsi che sia una delle nostre verdure preferite. In più, è ricco di benefici per la salute: una meravigliosa fonte di carboidrati (principalmente amido), un cocktail di fibre, vitamine (B e C) e potassio. Inoltre è povero di sale (è quasi privo di sodio) e non contiene glutine. E, contrariamente a quanto si crede, non è così calorico come pensiamo: solo 80,5 kcal per 100 g, non è molto. In verità è soprattutto il modo in cui viene cucinato e il suo condimento a fare la differenza. Un dauphinois gratinato o delle patatine molto grasse sono necessariamente più pesanti di una piccola patata al vapore!

Sospettiamo che a casa non te ne manchi nessuno. Ma dove tieni le patate? In un posto adatto in cantina o in frigorifero? Ahi, se tendi a conservarli in frigorifero, è una cattiva abitudine. Come spiegano i nutrizionisti, se conservato in un ambiente troppo fresco, l’amido inizierà a trasformarsi in zucchero. Una volta  fritti  o cotti ad alta temperatura, lo zucchero faciliterà la formazione di alcuni composti tossici. Il che non è salutare per il corpo. Quindi, idealmente, dovresti invece conservare le patate in un luogo asciutto a temperatura ambiente. Attenzione, non pensate nemmeno di esporle al sole: questo è il modo migliore per sviluppare la solanina,  una sostanza che conferisce alle patate uno sgradevole sapore amaro . Può essere addirittura tossico se ingerito in grandi quantità. Quindi sei stato avvisato: se vuoi evitare diarrea e nausea, tieni le patate lontane dal sole!   

Come conservare correttamente le patate in un appartamento per diversi mesi?

Patate nell'armadio della cucina

Non sai ancora dove  conservare le tue patate  in modo sicuro? Perché non nel seminterrato, nella dispensa (se non fa troppo freddo) o semplicemente in un mobiletto della cucina? Questi sono i luoghi più adatti. Teneteli sempre al riparo dalla luce e scegliete un sacchetto di tela piuttosto che uno di plastica!  C’è chi tende addirittura a congelarli: in verità non è una buona idea, perché, poiché contengono molta acqua, lo scongelamento influirà sulla consistenza che diventerà più pastosa e granulosa. Eh sì, una domanda che sorge spesso: bisogna sciacquare le patate subito dopo averle acquistate? Quindi no, questo non è affatto raccomandato. Sarebbe più saggio lavarli solo durante la cottura, altrimenti rischiano di marcire per l’umidità e di attirare una marea di batteri. Allo stesso modo, vi consigliamo di non lasciare mai le patate tagliate all’aperto, altrimenti si rovineranno molto più velocemente. Se non pensate di cucinarli sul posto, conservateli in una ciotola piena di acqua fredda e proteggeteli dal calore.

Patate in una ciotola

Buono a sapersi:  anche tu sei abituato a conservare insieme patate e  cipolle  ? È divertente, la maggior parte delle persone lo fa senza nemmeno sapere che è un errore. E per una buona ragione, le cipolle rilasciano gas etilene che ammorbidisce le patate e accelera persino la germinazione. Quindi, per evitare di rovinarli e goderteli più a lungo, prendi l’abitudine di non tenerli più uno accanto all’altro.

Come congelare le patate senza che diventino nere?

Si possono congelare le patate cotte?

Patatine fritte in un contenitore di plastica nel frigorifero

Anche se non è consigliabile congelare le patate crude, puoi farlo una volta cotte. Quindi stai tranquillo, se hai gli occhi più grandi del tuo stomaco e non sopporti gli sprechi, puoi facilmente congelare gli avanzi in una scatola o in un sacchetto ermetico. Il vantaggio di questa pratica è che una volta scongelate, le patate cotte manterranno il sapore e la consistenza originali. Meglio ancora, in alcuni casi aggiunge anche croccantezza!

Regola d’oro da ricordare:  non è necessario scongelare le patate congelate prima di cuocerle nuovamente. Qualunque sia la ricetta che desideri, saranno subito pronti da usare.

Per quanto tempo si possono conservare le patate cotte?

Già, se le condizioni sono ottimali, sappi che una patata cruda (non sbucciata) può essere conservata in dispensa da una settimana a diversi mesi, soprattutto se la temperatura è fresca (intorno ai 10 ºC). Ma, una volta cotto, se lo conservate in frigorifero, si manterrà in buono stato solo per 3 o 4 giorni al massimo. Se invece lo metti nel congelatore può durare anche un anno!

Tipi di patate e usi

Tipo di patata Usi
Patate color ruggine Ideale per patatine fritte, puree e gratin
Patata dorata dello Yukon Perfetto per purè di patate, patate fritte e insalate di patate
Patate Fingerling Delizioso arrosto, in insalata o come accompagnamento
Patata blu Ottimo per fritture, patatine e zuppe
Patata rossa Perfetto per arrosti, zuppe e insalate
Patata Viola Ideale per patatine fritte, puree colorate e piatti estetici
Patata novella Spesso utilizzato in insalate, contorni e stufati