Mantenere le nostre piante molto vivaci, energiche e belle a volte non è un compito facile. Per quanto ci prendiamo cura di loro e facciamo tutte le raccomandazioni che ci danno, non tutte sono mantenute in buone condizioni.

Molte volte ciò accade perché o non hanno abbastanza luce o mancano di energia. Insomma, perché non riescono a completare il ciclo della fotosintesi, che è il più necessario per una pianta.

La fotosintesi avviene grazie alla componente amidacea che possiedono e che accumulano per crescere di conseguenza.

Ma se manca questo elemento, le nostre piante sembreranno brutte e poco brillanti. Ecco perché di seguito ti mostreremo un modo molto pratico per energizzare o rivitalizzare qualsiasi tipo di pianta, indipendentemente dal fatto che sia all’interno o all’esterno, perché si adatta a ognuna di esse. Questo preparato vi darà efficacia, sarà ecologico e soprattutto gratuito.

 

Articoli di cui abbiamo bisogno:

 

  • Una ciotola
  • Riso
  • Acqua
  • un colino

Passo dopo passo:

 

  1. Come prima misura prenderemo in mano la ciotola, che dovrà essere capiente
  2. Mettere una parte di riso all’interno
  3. Aggiungere 2 o 3 parti di acqua
  4. lasceremo riposare
  5. Ora con le dita mescoleremo per rendere più efficace la produzione di amido
  6. Noterai che la tua ciotola ha cambiato colore in una tonalità quasi bianca. Questo perché il riso ha rilasciato il suo carico di amido nell’acqua.
  7. Procederai a filtrare e ovviamente potrai riutilizzare il riso in qualsiasi metodo culinario
  8. È ora di procedere ad annaffiare tutte le tue piante, specialmente quelle che noti essere più poco brillanti con questa soluzione.
  9. Tieni presente che la soluzione che hai preparato viene utilizzata lo stesso giorno, non è riutilizzabile in quanto perderà le sue proprietà.
  10. Una volta annaffiato, ripetere questa operazione almeno ogni 15 o 20 giorni.
  11. A poco a poco noterai come le tue piante cambiano radicalmente e diventano sane e con molta energia.

C’è un altro modo per ottenere l’acqua di riso, ovvero attendere il momento della cottura per un piatto di riso culinario e una volta cotto, filtrandolo, utilizzare l’acqua. Devi solo tenere presente che questa cottura dovrebbe essere fatta senza aggiungere sale, perché eviterà l’effetto desiderato.

Perché le nostre piante hanno bisogno di amido?

Le nostre piante immagazzinano l’amido nelle loro radici. Questo carboidrato, a differenza degli altri, si presenta come un gruppo di particelle. Questo amido, che si trova già nelle nostre piante, viene immagazzinato nei cloroplasti per essere degradato lentamente e quindi la pianta lo utilizza per energizzarsi durante le ore notturne , che è il momento in cui non producono fotosintesi.

Pertanto l’amido è la fonte fondamentale di energia e carbonio di cui hanno bisogno per il loro metabolismo.

L’amido si ottiene solo da piante che lo sintetizzano a partire dall’anidride carbonica e dall’acqua contenuta nella terra o nel suolo al momento della fotosintesi e attraverso questa ottengono tutti i nutrienti per svolgere tutte le loro funzioni .

Sappiamo già quindi quanto sia importante per le nostre piante avere sufficienti riserve di amido, e che con questa spiegazione di come realizzare questo semplice energizzante, possiamo aiutarle ad avere una vita piena di energia, in salute, e a crescere forti e davvero bellissimo. .