Per quanto tu ami il tuo amico a quattro zampe, resta il fatto che prendersi cura della sua lettiera non è una delle tue attività quotidiane preferite. E noi ti capiamo! Hai cose molto migliori da fare con il tempo che hai da dedicare al tuo gatto: carezze, grandi abbracci e altre lusinghe saranno opportunità molto migliori per trascorrere momenti teneri con lui. Ecco perché, in questo articolo, vedremo come realizzare una lettiera autopulente per il tuo felino domestico.

Non ti è stato promesso, ovviamente, che ti libererai completamente della fatica di ripulire i  bisogni quotidiani del tuo animale domestico . Tuttavia, ti garantiamo di alleggerire questo lavoretto, tutto qui, giusto?

Pulisci la lettiera

Perché optare per una lettiera per gatti autopulente?

Il primo motivo è ovviamente quello di alleggerire, almeno un po’, il gravoso compito di pulire molto spesso la lettiera del tuo bolo di pelo. Se ti viene offerto di prolungare la pulizia  della toilette del tuo gatto nel tempo,  ascolti, vero? Perché anche se pulire la lettiera richiede solo pochi minuti, è un lavoro piuttosto scoraggiante che finisce per richiedere molto tempo in una settimana!

Poi viene la ragione economica. Perché, sì, non racconteremo storie , la lettiera per gatti è costosa a lungo termine. E non stiamo parlando dell’acqua e dei detersivi usati per lavare e disinfettare regolarmente la lettiera del tuo gatto. Hai  più gatti in casa  ? Motivo in più per scegliere di utilizzare  una lettiera autopulente,  perché il problema si moltiplica per il numero di gatti, inevitabilmente…!

Come realizzare una lettiera autopulente?

Per fare ciò, avrai bisogno di quanto segue:

  • Cassette da 2 lettiere
  • Un trapano e un po’
  • Un righello e una matita

I contenitori devono avere le stesse dimensioni attorno ai bordi, ma uno dei due contenitori deve essere meno profondo dell’altro. Devono poter nidificare uno dentro l’altro, ma senza che il fondo di quello sopra tocchi il fondo di quello sottostante. Ovviamente puoi usare il cestino che hai già per avere solo una copia da acquistare in negozio. In questo caso, per essere sicuri di optare per un cestino adatto, porta il tuo con te!

Per scegliere la dimensione dello stoppino, prendi in mano una manciata di granelli di lettiera. Osservare la grandezza media dei chicchi: i fori da realizzare non devono permettere il passaggio di troppi chicchi. Trova il giusto equilibrio e scegli una punta da trapano di conseguenza.

Utilizzerai il righello e la matita per misurare e segnare i punti in cui praticare i fori nel vassoio inferiore della tua lettiera autopulente.

Pipì di gatto

Fasi di produzione della lettiera autopulente

Marcatura  : lavare e disinfettare accuratamente entrambe le lettiere. Prendi il vassoio superiore, il meno profondo dei due. Capovolgilo in modo che il fondo della teglia sia rivolto verso l’alto. Formare 6 quadrati di circa 8 centimetri di lato (non siamo a 1 mm vicino!). All’interno di questi quadrati, disegna colonne e righe distanziate di circa 6 mm l’una dall’altra. Le griglie così disegnate ti serviranno da guida per praticare i fori sul fondo di questo vassoio. Dovrai semplicemente praticare un foro con il trapano ad ogni intersezione tra righe e colonne.

Praticare i fori  : avvicinare un aspirapolvere all’area di lavoro. Prendi il tuo trapano e la punta determinata e inizia a praticare i fori. Fai attenzione durante questo delicato passaggio. Può essere un po’ noioso dover fare tutti quei buchini, ma assicurati che ne valga la pena e armati di coraggio! Non preoccuparti se i tuoi fori non sono perfettamente identici, né allineati in modo impeccabile, nessuno controllerà! La cosa principale è che ci sono abbastanza fori della dimensione desiderata, in modo che la lettiera possa passare. Non esitare ad “aspirare” il tuo aspirapolvere non appena ci sono un po’ troppi detriti di perforazione, in modo da lavorare fino alla fine nelle migliori condizioni possibili.

Infine, pulisci il vassoio in cui hai praticato i fori. Mettilo sul vassoio inferiore e versaci dentro la lettiera. Metti una piccola quantità di lettiera nel vassoio inferiore per assorbire l’urina del gatto che potrebbe fuoriuscire dal vassoio superiore.

Quando pulisci la tua nuova lettiera autopulente per gatti, inizia rimuovendo le feci. Passate poi al setaccio la lettiera, mescolando bene la teglia forata, in modo da far cadere nella teglia inferiore i grani della lettiera usati. Osserverete che i granelli puliti della lettiera rimarranno in superficie, continuando così ad essere utilizzati. Immagina il risparmio di rifiuti che otterrai con questo sistema! Solo la lettiera molto sporca verrà eliminata e presto noterai che gli acquisti della tua lettiera dureranno molto più a lungo.  Inoltre, come promesso, avrai meno noiose manipolazioni da fare per cambiare la lettiera del tuo gatto. Niente più sprechi di tempo e denaro!

Come scegliere la migliore lettiera per il tuo gatto

I vantaggi dell’utilizzo di questa lettiera autopulente

  • Puoi andare via tranquillamente per un intero fine settimana senza che i tuoi amici o parenti, che daranno da mangiare al tuo gatto, dovranno pulire la sua lettiera. Ammetti che è più facile chiedere a qualcuno di venire a dare da mangiare a Kitty e dargli due o tre carezze lungo la strada piuttosto che costringerlo a pulire gli escrementi del tuo gatto!
  • Ai gatti piace avere una lettiera pulita. Potresti anche averlo già sperimentato: non appena la sua lettiera è un po’ “ingombra”, il tuo gatto la disdegna e potrebbe anche doversi fare i bisognini in altri luoghi della casa… Con questo sistema di lettiera autopulente , in pochi istanti, offrirai al tuo dolce compagno una toilette pulita e accogliente!

In sintesi, risparmierai tempo, denaro e  il tuo gatto guadagnerà  benessere quotidiano!