Che piatto delizioso è il pollo. Ci sono mille modi per cucinarlo e ognuno di loro renderà il nostro pollo una prelibatezza. Ma molte volte abbiamo un inconveniente, e cioè che dobbiamo prepararlo a pezzi.

Andiamo al pollaio, scegliamo il nostro pulcino perfetto e lo portiamo a casa per iniziare con la nostra ricetta, e lì ci viene presentato il grosso problema: come tagliare correttamente un pollo?

Possiamo provare a fare qualcosa con una buona lama, ma immaginando i tagli e sicuramente il nostro piccolo amico verrà smembrato. Ma non è così complesso imparare tutti i suoi tagli, e affinché questo pollo sembri tagliato dal pollero, ti accompagneremo con i migliori consigli per fare i suoi tagli alla perfezione.

Questi tagli, che come dicevamo non sono poi così complicati, verranno spiegati bene e aggiungeremo i materiali necessari per renderli perfetti.

Di cosa abbiamo bisogno per tagliare un pollo:

  • 1 Pollo da 2 kg
  • 1 coltello grande molto affilato
  • 1 tavola per fare i tagli
  • Carta assorbente

Tagliare il pollo passo dopo passo:

 

  1. Come prima misura, quello che dovresti fare è lavare e poi asciugare molto bene il tuo pollo.
  2. Cercherai le ali e taglierai le punte su entrambi i lati
  3. Con il pollo a faccia in su, taglierai la pelle che unisce le cosce con la carcassa
  4. Gireremo quindi il nostro pollo
  5. Prenderemo la parte anteriore (testa) e la ripiegheremo a metà, sarà molto semplice, è come spezzarla a metà
  6. Tagliamo lungo la piega
  7. Prenderemo la parte delle cosce e taglieremo la coda
  8. Quindi cercheremo l’unione della gamba alla coscia e puoi separarli molto facilmente tagliandoli
  9. Gireremo la schiena e rimuoveremo molto bene i visceri (è tutta quella carne rossa e morbida che è rimasta nella cavità)
  10. Adesso cercheremo la metà delle cosce e procederemo anche al taglio per separarle
  11. Ora lavoreremo ogni coscia separatamente. Cercheremo l’osso che lo unisce alla gamba e faremo un taglio che lo circonda. Quindi separeremo ogni coscia da ogni gamba. Lavoreremo entrambe le parti.
  12. Rimuovere tutta la pelle che notiamo è stata staccata
  13. Se le piume sono rimaste anche in queste parti, che sono le parti più dure in cui si trovano le piume, dovete toglierle o bruciarle.
  14. Ora gireremo il pollo perché taglieremo le ali, e faremo questo taglio nella parte che ha la giuntura, ben attaccata alla carcassa
  15. Se utilizzerai le ali per un altro pasto, puoi tagliarle a metà e saranno divise in due parti.
  16. Ora ci dedicheremo ai petti, per questo dobbiamo girare il pollo in modo che sia a testa in giù
  17. Procederemo a tagliare le due parti lungo i fianchi seguendo la forma del petto , e separeremo la carcassa che rimarrà sola.
  18. Se conservi il budello, puoi usarlo in altri tipi di alimenti, ad esempio per il brodo
  19. In questo modo le parti saranno ben separate e davanti a voi i seni saranno uniti a metà
  20. Prenderai i seni e li taglierai nel mezzo (questo taglio è sulla cartilagine che li unisce)
  21. Possiamo tagliare ogni seno in tre parti, se hai rimosso l’osso questa procedura è molto semplice
  22. Il procedimento è pronto, basta guardare e vedrai che il tuo pollo è stato completamente tagliato in parti da utilizzare subito.

Consigli extra per tagliare a dadini il pollo: 🐓

  • Ogni volta che fate un taglio, abbiate cura di togliere la pelle che si è staccata.
  • Prima di cuocere il pollo dovete lavarlo e procedere ad asciugarlo molto bene , per evitare che quando lo mettete nell’olio salti a causa della miscela di acqua e olio
  • Al termine della procedura, lava sempre molto bene la tavola e il coltello che sicuramente utilizzerai in un altro pasto
  • Qualsiasi parte del pollo che non cuoci va riposta subito in frigorifero, se verrà mangiata nei prossimi giorni; in caso contrario, mettilo in un contenitore adatto al congelatore e mettilo all’interno.

Ora sì, preparati a preparare uno squisito pollo tritato e deliziare tutti i tuoi ospiti.