C’è una zona del corpo che richiede un’attenzione molto speciale: le ascelle. Mentre alcuni possono passare un’intera giornata senza applicare il deodorante, per la maggior parte di noi è opportuno utilizzare un prodotto naturale.

sudore-1

Perché sudiamo?

Ti piacerebbe smettere di sudare? Tui hai torto ! Contrariamente alla credenza popolare, il  sudore è tutt’altro che sfortuna! Svolge diverse funzioni molto importanti. Il primo è la regolazione del calore interno. Attraverso uno scambio di liquidi sulla superficie della pelle, il corpo potrà così evacuare il calore in eccesso. Per supportare in modo intelligente questa funzione, è meglio indossare abiti che permettano la circolazione dell’aria e che non siano troppo stretti sotto le ascelle. Allora sappi che è grazie alla traspirazione che elimini i rifiuti il ​​cui contenuto è simile a quello delle urine (urea, acido urico, acido lattico, ecc.). Le ghiandole sudoripare eccrine secernono questo liquido limpido e relativamente inodore, contenente acqua, minerali e prodotti di scarto. E infine, la terza funzione della sudorazione è quella di produrre un odore sufficientemente forte, il cui scopo è dare a chi ti circonda un segnale di angoscia o pericolo. Le ghiandole sudoripare apocrine sono responsabili di questa funzione che è provocata dallo stress. Come avrai notato, i periodi di stress portano ad un aumento della sudorazione!

cattivo odore di sudore

E perché diavolo abbiamo un cattivo odore?

Le ghiandole apocrine si trovano principalmente sotto le ascelle e intorno ai genitali. Producono un sudore relativamente denso che contiene proteine ​​e lipidi (sebo) che ammorbidiscono la pelle e la proteggono. Questa miscela liquida fornisce il nutrimento ideale per alcuni batteri presenti sulla nostra pelle. Sono questi batteri che sono responsabili degli odori più o meno piacevoli associati alla nostra sudorazione. In effetti, dovrebbe essere noto che qualsiasi essere vivente che mangia inevitabilmente rifiuta i rifiuti. E quelli rifiutati da questa flora che vive sotto le nostre ascelle sono molto profumati! Meno ti lavi, più questo sudore si accumula, dando ai batteri un banchetto da re. Talvolta sono quindi necessari lavaggi frequenti, due volte al giorno, per controllare lo sviluppo degli odori.

deodorante-1

La classica strategia, tutto da non fare!

L’approccio classico al deodorante è quello di bloccare le ghiandole sebacee e impedire loro di produrre sudore. Questo è il ruolo dei sali di alluminio così contestato oggi e implicato in molti problemi di salute. Ma comunque, con o senza alluminio, non è mai consigliabile bloccare una funzione di eliminazione. Questo aiuta sicuramente a mascherare gli odori in superficie, ma in fondo i rifiuti si accumulano e non possono essere evacuati.

La soluzione naturale e più intelligente!

Un deodorante naturale dovrebbe mirare a ridurre e mascherare gli odori, controllando la diffusione dei batteri utilizzando sostanze antibatteriche naturali, senza inibire la produzione di sudore. Il problema è che non hai davvero una scelta nel mercato. Allora perché non prepararlo da soli? È vero che la realizzazione non è semplice come comprare una bottiglia al supermercato. E l’efficacia può essere variabile perché non reagiamo tutti allo stesso modo allo stesso prodotto. Ma tutti i deodoranti “fatti in casa” soddisfano le specifiche essenziali: zero tossine, 100% naturali. Non così male, lo stesso!

pietra di dalum

Pietra di allume, una soluzione?

Qualche parola su questa pietra traslucida tanto decantata negli ultimi anni. La prima forma disponibile in commercio contiene allume di potassio, estratto da una roccia chiamata alunite. La sua dimensione molecolare è tale che, secondo i fornitori, l’alluminio non può penetrare attraverso la pelle. Le molecole verrebbero eliminate durante la doccia o per sudorazione. La seconda forma disponibile è ricostituita dai resti dell’industria chimica tessile. Contiene allume di ammonio ed è venduto anche con il nome di pietra di allume. Eppure, è tutt’altro che un’opzione naturale, che ci ricorda ancora una volta che il marketing può essere molto ingannevole. Sia che si parli della prima o della seconda forma, sia chiaro: la scocca non ha mai avuto bisogno dell’alluminio per funzionare. Non esiste uno stato di “carenza di alluminio”. Al contrario, l’alluminio è tossico. E, naturali o meno, queste pietre contengono alluminio. Inoltre, nessuno studio confermerebbe il fatto che questi cristalli sono davvero troppo grandi per non entrare nel nostro sistema. Quindi come principio precauzionale: evitate queste pietre.

Deodorante liquido

Ecco una ricetta facile e veloce da preparare. La prima qualità di questo deodorante, legata all’acido tannico di alcune piante, è la sua astringenza. Ciò significa che può restringere i pori della pelle, abbronzandoli letteralmente. I tannini tonificano la pelle e le mucose e conferiscono loro una certa compattezza. Ricoprono la nostra pelle con uno strato sottile che rallenterà le secrezioni senza eliminarle. È l’amamelide (Hamamelis virginiana) che ci fornirà i suoi tannini. Questa pianta viene spesso utilizzata per applicazioni esterne, sia per rassodare gambe stanche -risultato di insufficienza venosa-, sia per stringere una ferita piangente. Ha un odore relativamente neutro e fornisce una buona base per questo deodorante. Acquista un idrolato di amamelide in un negozio di alimenti naturali. Per profumarlo, cosa c’è di meglio degli oli essenziali (vedi box)? Tanto più che sono antibatterici e quindi riducono la quantità di batteri responsabili dell’odore sgradevole del sudore. Metti 1 cucchiaio di vodka in un flacone spray. Aggiungere 30 gocce di oli essenziali a scelta e mescolare bene (l’alcool è necessario per diluire prima gli oli essenziali, per poi incorporarli nell’idrolato in un secondo passaggio). Quindi aggiungere al flacone 100 ml di idrolato di amamelide. Mescola e il tuo deodorante è pronto per l’uso. Puoi usare altri idrolati al posto dell’amamelide, come la lavanda per pelli fragili e infiammate, o la rosa, che sarà leggermente astringente e molto floreale. Questi idrolati saranno generalmente più aromatici e quindi più piacevoli al naso, ma meno efficaci nel controllare le secrezioni.

Alcune miscele di oli essenziali (per 100 ml di idrolato di amamelide)

lavanda-1

 

Miscela 1 per gli uomini:

  • 20 gocce di lavanda vera (Lavandula angustifolia)
  • 10 gocce di salvia sclarea (Salvia sclarea)
goccia di limone

Mix 2 per gli uomini:

  • 15 gocce di limone (Citrus limomum)
  • 15 gocce di arancia dolce (Citrus sinensis)
cannella di ceylon

Miscela 1 per le donne:

  • 20 gocce di vaniglia del Madagascar (Vanilla planifolia)
  • 10 gocce di cannella di Ceylon (Cinnamomum zeylanicum)
ylang ylang

Mix 2 per le donne:

  • 15 gocce di ylang ylang (Cananga odorata)
  • 15 gocce di cannella da geranio rosa (Pelargonium graveolens)

Deodorante solido

Il deodorante solido si avvicina alla consistenza del famoso “stick” commerciale. Ci vuole un po’ più di tempo per la preparazione, ma più pratico da portare in borsa.

Gli ingredienti descritti di seguito possono essere trovati nei negozi di prodotti naturali. Oli e cera d’api forniscono la base nutriente. La polvere di Arrowroot fornisce un effetto ammorbidente sulla pelle e aggiunge consistenza extra al deodorante. Gli oli essenziali sono la parte profumata e antibatterica.

Burro Di Karitè

Avrai bisogno di un vasetto di vetro con un coperchio per preservare il tuo deodorante

  • 30 g di olio di cocco
  • 20 g di burro di karitè
  • 10 g di olio di mandorle dolci
  • 10 g di cera d’api
  • 20 g di radice di freccia in polvere
  • 5 gocce di olio essenziale di timo geraniolo (Thymus vulgaris)
  • 5 gocce di olio essenziale di rosmarino verbenone (Rosmarinus officinalis)
  • 10 gocce di vero olio essenziale di lavanda (Lavandula angustifolia)

Mettere l’olio di mandorle dolci in un contenitore a bagnomaria. Sciogliere l’olio di cocco e il burro di karité. Quindi aggiungere la cera d’api. Una volta che la cera si è sciolta, aggiungi la polvere di arrowroot. Mescolare fino ad ottenere un liquido omogeneo. Versare in un vasetto di vetro piccolo e lasciare raffreddare. Quando vedete che il composto inizia a congelarsi sulle pareti del barattolo (vedrete comparire un anello opaco), aggiungete gli olii essenziali, mescolate un’ultima volta per incorporare gli oli, quindi mettete il coperchio senza aspettare.

La ricerca del deodorante perfetto

Trovare  il perfetto deodorante naturale  è più un’arte che una scienza. È un processo iterativo che richiede curiosità e alcuni tentativi falliti. Inoltre, l’appeal del prodotto finale dipende dal gusto personale, alcuni preferiranno una consistenza o sapori diversi da quelli offerti. Ma la ricerca vale la pena, l’applicazione di cosmetici chimici sulla pelle è un’enorme fonte di stress per alcuni dei nostri organi come il fegato.

Quando sperimenti i deodoranti fatti in casa, fai le prime prove a casa con capi che non temono nulla. Potrebbe infatti essere necessario un po’ di tempo di adattamento, soprattutto se si è abituati ai deodoranti antitraspiranti convenzionali in commercio. Dopo aver sperimentato i nostri contatti, puoi intraprendere i tuoi esperimenti scegliendo i profumi più adatti a te. Il posto è tuo!

curcuma1

Curcuma , novità un’alternativa sicura ed efficace per l’artrosi!

L’artrosi è una malattia degenerativa cronica delle articolazioni che ostacola frequentemente i nostri movimenti. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono il principale rimedio farmacologico per il trattamento sintomatico dell’artrosi con numerosi effetti collaterali. I curcuminoidi sono sostanze fitochimiche polifenoliche identificate nella curcuma con proprietà antinfiammatorie consolidate con effetti protettivi sulle nostre cellule cartilaginee, i condrociti. Due gruppi di pazienti con osteoartrosi del ginocchio hanno ricevuto in uno studio 1500 mg di curcuminoidi in tre dosi divise o un placebo per sei settimane. I risultati hanno mostrato miglioramenti significativi nel dolore articolare e nella funzione per il gruppo della curcuma… e senza effetti negativi rilevati.