Press ESC to close

Ecco il miglior consiglio per pulire il calcare dai rubinetti: brilleranno di pulito

Se apprezzi un bagno scintillante, è importante sapere come eliminare il problema ricorrente del calcare. Questi depositi di scaglie biancastre o grigiastre si accumulano ovunque ci sia acqua e possono essere molto più difficili da rimuovere. Se ti stai chiedendo come farli uscire dai tuoi rubinetti, puoi contare su due ingredienti naturali.

Vuoi avere rubinetti perfettamente puliti, non c’è niente di più semplice. Due ingredienti che  probabilmente hai in casa saranno efficaci contro le tracce ostinate di calcare.  Ecco come farlo.

Rubinetto maggiorato

Aceto bianco o limone contro il calcare per far risplendere i tuoi rubinetti

Il calcare può apparire esteticamente sgradevole e persino influire sulle prestazioni del tuo rubinetto. Ciò può portare a una riduzione della pressione dell’acqua nel tempo o a blocchi. Il modo migliore per risolvere il problema è utilizzare uno dei due ingredienti chiave in grado di disincrostare i rubinetti e ripristinarne la lucentezza: l’  aceto bianco contiene acido acetico e il succo di limone contiene acido citrico. Entrambi gli ingredienti sono considerati dai professionisti della casa come eccezionali anti-calcare.

Come pulire i rubinetti incrostati con aceto bianco o succo di limone?

Prima di tutto, pulirai il rubinetto con  un panno umido imbevuto di acqua saponata  contenente detersivo per piatti  e ti concentrerai sull’area calcificata. Risciacquare e asciugare.

Quindi utilizzare l’acido citrico nel limone per sciogliere i minerali. Per fare questo, immergi il panno  nel succo di limone e rimuovi il calcare dal rubinetto . Puoi anche usare direttamente mezzo limone.

Se hai a che fare con macchie ostinate, metti l’aceto bianco sul lato ruvido di una spugna o usa semplicemente un panno. Asciugare la parte squamosa quindi lasciare agire qualche minuto prima di risciacquare. Se vuoi, puoi anche  avvolgere uno straccio imbevuto di aceto attorno al rubinetto macchiato. In questo caso, lascialo riposare per alcune ore prima di risciacquare.

Una dose di bicarbonato di sodio, mezzo limone e uno spazzolino da denti

Ancora un altro modo per farlo è fare una pasta di succo di limone e bicarbonato di sodio e applicarla sulle aree problematiche. Immergere uno spazzolino da denti usato nella sostanza, quindi strofinare. Lasciare agire per 30 minuti, quindi asciugare e risciacquare.

Se vuoi uno sforzo ancora minore con un metodo meno convenzionale, puoi versare 1/3 di tazza di aceto bianco in un sacchetto di plastica e fissarlo attorno al rubinetto con un elastico   Questa tecnica è tanto più interessante di fronte ai depositi duri. Lasciare agire per due o tre ore, o anche durante la notte, quindi strofinare via i depositi con un panno residuo con un vecchio spazzolino da denti.

Se riesci a svitare l’aeratore o l’aeratore dal rubinetto, pulisci eventuali depositi che potrebbero essersi incrostati. In linea di principio, se il tuo rubinetto è pieno di calcare,  anche l’aeratore ne è esposto.  Dopo aver svitato l’aeratore, lasciarlo in ammollo nell’aceto caldo per una notte e poi rimetterlo a posto. L’acqua dovrebbe ora scorrere molto più facilmente.

Aeratore per rubinetto a bagno in soluzione di aceto bianco

Come prevenire la formazione di calcare sui tuoi rubinetti?

Per evitare l’accumulo di calcare sui rubinetti o sui soffioni della doccia, si consiglia di eseguire regolarmente la pulizia e l’asciugatura. Queste abitudini rimangono  il modo migliore per prevenire il problema. 

Con questo in mente, puoi sempre tenere un panno in microfibra vicino al lavandino, al box doccia  o alla vasca da bagno.  Usalo ogni volta che puoi per rimuovere l’acqua da rubinetti e docce per  mantenerli puliti e prevenire l’accumulo di calcare.

Attenzione

L’aceto bianco e il succo di limone sono ingredienti che possono causare irritazione alla pelle. Ricordati  di indossare guanti di gomma  durante la pulizia dei rubinetti.

Entrambi i prodotti sono, come avrete notato, elementi molto presenti nelle case. Quindi sfrutta al massimo le loro proprietà per risolvere vari problemi domestici comuni.