Lavare la lavatrice o la lavatrice è super importante ed è un lavoro domestico che di solito mettiamo da parte o quando il suo sporco inizia ad avere conseguenze sui nostri vestiti, sia nel colore che nell’odore.

Ma non preoccuparti più, nell’articolo di oggi condivideremo alcuni semplici consigli per poter pulire la lavatrice con un ottimo ingrediente che è l’aceto. Questo lascerà la lavatrice super pulita e pronta per l’uso.

Aceto: ingrediente speciale!

Per questi semplici consigli useremo come protagonista l’aceto, che è un alleato ideale quando si tratta di pulire nelle nostre case e che per pulire la vostra lavatrice non farà eccezione. L’aceto è un ottimo sgrassante, disinfettante, antisettico, antimicotico e sbiancante.

L’aceto è quello per pulire la nostra lavatrice poiché questo è uno strumento di pulizia attraverso il quale passa molto sporco ed è necessario che sia impeccabile per continuare a darci un buon lavaggio dei nostri vestiti. 

Modi per usare l’aceto per pulire la lavatrice

Questo fantastico ingrediente che sicuramente hai in casa può aiutarti a pulire efficacemente la tua lavatrice e porre fine a tutto lo sporco che è rimasto lì, polvere, capelli, pelucchi e altro ancora. Facciamolo!

Pulizia tamburo

La pulizia del cestello della lavatrice è una delle opzioni più pratiche per iniziare a pulire la lavatrice e per questo dovrai inserire 1 tazza di aceto all’interno. Puoi applicarlo direttamente sul tamburo o posizionarlo all’interno del contenitore dove va il sapone.

Per questo semplice consiglio è importante aggiungere l’aceto e fare un lavaggio veloce senza inserire il programma di centrifuga. E quando questo lavaggio è finito devi aprire la lavatrice in modo che si asciughi naturalmente.

Pulizia delle parti

Un altro semplice consiglio è pulire le diverse parti della lavatrice e questo è molto utile poiché con l’uso , particelle di sporco, capelli e altri oggetti che potrebbero avere i nostri vestiti possono rimanere incastrati in vari punti.

Per questo devi rimuovere il cassetto dove metti il ​​​​detersivo, il filtro della lavatrice e ogni altra possibilità devi smontarlo e pulirlo. Dovrai bagnare una spugna con aceto e strofinare le parti necessarie, quindi sciacquarle con abbondante acqua e rimetterle al loro posto.

pulizia esterna

Pulire l’esterno della lavatrice sembra poco importante, ma la realtà è che è molto utile non solo per evitare che i vestiti che tiriamo fuori e ci appoggiamo si sporchino, ma anche per mantenere in buono stato il nostro elettrodomestico. .

Per questa pulizia esterna potete mettere metà di acqua e metà di aceto e con un panno umido strofinare la lavatrice. Infine , devi asciugarlo con un altro panno asciutto e la tua lavatrice sarà impeccabile, disinfettata e super bianca grazie a questo semplice consiglio. 

Altri consigli per mantenere pulita la tua lavatrice

  • Pulizia frequente:  la lavatrice necessita di una pulizia frequente perché, come abbiamo visto in precedenza, tende a sporcarsi sia all’esterno che all’interno e questo può causare un grave malfunzionamento nel suo funzionamento, quindi è ideale pulirla regolarmente. Ricordati di usare l’aceto e pulisci il cestello, l’esterno, il cassetto del sapone e il filtro!
  • Classificazione dei capi:  la classificazione dei capi in base alle loro tipologie di tessuti aiuterà la pulizia della lavatrice e la pulizia dei capi stessi. Questo permetterà ai capi di non uscire o rovinarsi e che non lasceranno residui in lavatrice
  • Usa la giusta quantità di sapone: qualunque sia il sapone che usi (liquido o in polvere) è importante soddisfare le esigenze della tua lavatrice in quanto ciò eviterà l’accumulo di sapone indesiderato in qualsiasi parte della lavatrice o la formazione di calcare
  • Ventilazione frequente: la ventilazione è un altro semplice consiglio che puoi mettere in pratica per mantenere pulita la tua lavatrice, perché non farlo può accumulare un odore di muffa o generare funghi indesiderati
  • Lavaggi di manutenzione: i  lavaggi di manutenzione sono quelli che vengono fatti solo per pulire il cestello: a cui puoi aggiungere aceto, bicarbonato, acqua ossigenata o candeggina e basta mettere un breve lavaggio per pulirlo bene.