Quando salgono in macchina, per raggiungere qualsiasi destinazione, molte persone sono abituate a utilizzare sistematicamente il GPS del proprio cellulare. Lo installano davanti a loro per vedere meglio l’immagine durante la guida. Bisogna riconoscere che è molto pratico non perdersi e accedere rapidamente a un determinato luogo. Solo che questa abitudine è scoraggiata. Spieghiamo perché.

Utilizzo del GPS: quali sono le conseguenze sullo Smartphone?

Usa il GPS

logo pinterest

Utilizzo del GPS – Fonte: spm

Al giorno d’oggi, la maggior parte degli smartphone venduti sul mercato è dotata di una funzione GPS. Ovviamente, non è destinato solo alla navigazione. Può essere molto utile per cercare di ritrovare il cellulare smarrito o per effettuare chiamate di emergenza in caso di guasto alla rete.

Tuttavia, dovresti sapere che gli smartphone hanno una temperatura di funzionamento che non deve superare i 35-40°C. Pertanto, l’utilizzo della funzione GPS, ad esempio quando fa caldo in macchina, può influire seriamente sulla batteria e sui componenti del dispositivo. Così come è necessario evitare di maneggiare il portatile mentre è in carica, la temperatura interna può aumentare sotto l’effetto del calore o dei raggi del sole che penetrano nell’auto.
Inoltre, se usi il  telefono portatile per la navigazione durante la guida, aspettati di ridurre notevolmente la durata della batteria. Di per sé, il GPS consuma molto batteria e processore. Non solo rischi di riscaldare il tuo dispositivo, ma anche di scaricarlo più velocemente del previsto. Senza contare che alcune persone tendono a collegare il proprio cellulare all’accendisigari: una pessima abitudine visto che il suo amperaggio è superiore a quello del proprio dispositivo, il che rischia di danneggiarlo ulteriormente.

I produttori hanno preso provvedimenti contro questo problema?

Vedi la posizione sul telefono

logo pinterest

Vedi la posizione sul tuo telefono – Fonte: spm

Nel tempo, i produttori hanno capito che i loro consigli non sempre fanno rima con le concrete abitudini degli utenti. Ecco perché i loro dispositivi sono solitamente dotati di vari meccanismi di protezione termica.

Inizialmente, quando il sensore interno rileva lo sviluppo di calore, limita immediatamente il funzionamento del processore. Questo è facile da notare, poiché rallenta terribilmente il cellulare. Quindi, quando arriva al punto in cui la temperatura interna diventa critica, il sistema operativo disattiva e spegne automaticamente il dispositivo  per evitare danni più gravi.

Alcuni consigli da seguire

  • Per precauzione, per evitare di scaricare completamente la batteria, ricorda sempre di chiudere le applicazioni in background quando utilizzi il GPS.
  • Invece di collegare il tuo smartphone all’accendisigari, ricarica il cellulare se possibile prima di uscire. Se devi fare un lungo viaggio, fai una pausa e collegalo a una presa adatta.
  • Attenzione: quando fa molto caldo, non lasciare mai il cellulare acceso in  macchina , nemmeno per un’ora o due. Ancora meno se il tuo veicolo non è parcheggiato all’ombra. In una giornata calda, infatti, la temperatura può salire fino a 60/70°C in macchina. È molto probabile che questo surriscaldi il tuo dispositivo e lo danneggi in modo significativo (anche se si trova nel vano portaoggetti, lontano dalla luce solare diretta).
  • Se stai utilizzando il tuo smartphone con uno schermo rotto, dovresti aspettarti che continui a rompersi al minimo impatto meccanico o shock termico quando si surriscalda. Cerca di risolvere il problema il prima possibile!