Press ESC to close

Perché devi versare l’aceto nel bollitore una volta al mese? La soluzione a un problema che tutti abbiamo

Dall’acqua bollente alla preparazione di un bicchiere istantaneo di tè o di qualsiasi altra bevanda calda, il bollitore è essenziale. In questo articolo vi sveliamo perché è così importante prendersene cura regolarmente ed evitare questo problema insito nel suo utilizzo.

La manutenzione del bollitore è necessaria soprattutto perché è uno degli oggetti più utilizzati in cucina. Dopotutto, chi vorrebbe godersi una bevanda calda contaminata dalla mancanza di manutenzione di un bollitore ? Per risolvere questo problema consigliamo l’utilizzo di un prodotto particolare, e no, non è candeggina!

Bollitore su una stufa a gas

Come mantenere facilmente il tuo bollitore?

Mantenere efficacemente un bollitore non è scienza missilistica ed è perché è così facile che ti ritroverai a farlo regolarmente. Infatti, dovrai solo versare dell’aceto bianco all’interno del tuo bollitore per pulirlo a fondo e decalcificarlo. L’unica condizione da rispettare è di farlo regolarmente per mantenerlo in perfetto stato di funzionamento. Con il passare del tempo e la mancanza di manutenzione, i depositi di calcare finiscono per accumularsi sulle pareti del bollitore. E se non vuoi che quei depositi finiscano nel tuo bicchiere di tè o caffè, segui queste istruzioni.

Aceto bianco e bicarbonato di sodio

Per rimuovere i depositi minerali dal bollitore e l’eventuale formazione di calcare, versare due cucchiai di aceto bianco in una tazza d’acqua, quindi versare la soluzione ottenuta nel bollitore e portarla a ebollizione. Il potere anticalcare dell’aceto è decuplicato, una volta caldo.

Lasciare riposare per 45 minuti quindi svuotare il bollitore per sciacquarlo più volte con acqua fredda. Se questa tecnica è ritenuta molto efficace, è perché l’aceto bianco è riconosciuto come un ottimo disincrostante naturale.

Come pulire un bollitore con limone o bicarbonato di sodio?

Il limone deve il suo potere disincrostante alla sua acidità che permette una pulizia profonda di ogni tipo di superficie. Il bicarbonato di sodio ha fama di essere un prodotto multiuso, anticalcare come il limone e l’aceto bianco. Ecco come utilizzare queste due soluzioni ecologiche.

Come usare il limone per pulire il bollitore?

Il bollitore spesso ha bisogno di una potente decalcificazione e, grazie alla sua acidità naturale, il limone sarà in grado di fare il trucco. Mescolare il succo di un limone con l’acqua, quindi versarlo nel bollitore e farlo bollire. Infine, sciacquare il bollitore due o tre volte con acqua pulita. Si noti inoltre che potrebbe essere necessario ripetere il processo più di una volta se il bollitore mostra ancora segni di calcare.

Limoni 13

Come usare il bicarbonato di sodio per pulire il bollitore?

Puoi anche usare il bicarbonato di sodio per decalcificare il bollitore. Per fare questo, riempi semplicemente il tuo bollitore con un litro d’acqua e aggiungi due cucchiaini di bicarbonato di sodio e fallo bollire. Una volta raggiunto il bollore, svuotare il bollitore e risciacquare con acqua pulita. Ripetere l’operazione il più possibile per rimuovere ogni traccia di calcare.

Come si pulisce l’esterno del bollitore?

È altrettanto importante prendersi cura dell’aspetto esteriore del bollitore. Niente di più semplice in questo caso, prendi un panno morbido inumidito con acqua calda e detersivo non abrasivo e inizia a lucidare il bollitore. Infine, prendi un panno in microfibra per asciugare la superficie esterna.

Adotta questi metodi naturali, ognuno efficace quanto l’altro, e non dovrai più preoccuparti delle condizioni del tuo bollitore!