Al giorno d’oggi tutte le abitazioni, o almeno la grande maggioranza, sono dotate di elettrodomestici di ultima generazione. I forni a gas hanno progressivamente lasciato il posto ai forni elettrici ea una tecnologia rivoluzionaria in grado di assistere i cuochi amatoriali meno qualificati. Ma come stavano prima? Scopri perché le massaie più esperte versano un pizzico di zucchero nel forno prima di cuocere un piatto.

Se sei quello che viene chiamato un cordon bleu, devi sicuramente essere in grado di identificare i gusti e i sapori di ogni piatto, sapere quando un alimento è cotto o meno, sapere se il forno è abbastanza caldo per metterci un piatto a 180° senza bisogno di un indicatore dal tuo apparecchio stesso. Ma per alcuni è necessario essere guidati da questi strumenti. Non tutti sono dotati di elettrodomestici da cucina di fascia alta,  alcuni consigli potrebbero essere utili .

Perché le massaie più esperte versano in forno un pizzico di zucchero prima di cuocere una pietanza

pollo arrosto

logo pinterest

Piatto sfornato – Fonte: spm

In cucina il forno è uno strumento indispensabile per realizzare tanti piatti gourmet, pane all’uvetta o al cioccolato e dolci alla vaniglia, nocciola e albicocca. Si consiglia spesso di preriscaldarlo a una certa temperatura prima di infornare il piatto per garantire una cottura perfetta. Ma, quando lo strumento principale, il forno, non permette di sapere se è stata raggiunta la temperatura consigliata, cosa si può fare? Deve essere applicato un trucco della nonna e della casalinga esperta.

Prima di mettere il vostro gratin di carote e zucchine, guarnito con formaggio grattugiato,  il vostro arrosto, preparato con amore e cura , è importante preriscaldare il forno a 180°. La temperatura alla quale il forno si preriscalda è importante e non va trascurata. Ma, sapendo che non tutti i forni sono necessariamente dotati di termometri, c’è un consiglio che può aiutarti a determinare se è pronto per il tuo piatto. Hai solo bisogno di usare lo zucchero.

zucchero semolato

logo pinterest

Zucchero semolato – Fonte: spm

Prima di infornare la vostra pietanza, posizionate uno stampo, una teglia o una pirofila nella parte bassa del forno e versate l’equivalente di un cucchiaio di zucchero a velo o di semola. Quando quest’ultimo si scioglie e si trasforma in caramello, significa  che la temperatura del forno è perfetta per cuocere il piatto che avete preparato. Se invece lo zucchero non ha ancora iniziato a sciogliersi, significa che la temperatura è troppo bassa e bisogna attendere o regolarla. Il processo di caramellizzazione dello zucchero può partire solo da 160°.

Ora che sai come capire se il forno è preriscaldato, è il momento di condividere con te alcuni consigli pratici per cuocere con successo un piatto che riscalderà il cuore di tutti e delizierà le papille gustative. Niente come un buon pollo al forno da regalarsi. Una vera delizia! Si consiglia di scegliere un pollo ruspante allevato all’aria aperta, alimentato senza OGM.

Come cuocere un pollo al forno

1. Niente di meglio di una buona marinata prima di infornare il pollo

Per preparare la tua marinata, dovrai incorporare olio d’oliva, erbe aromatiche e spezie a tua scelta. Bisognerà poi ricoprire il pollo con questa marinata, coprirlo e lasciarlo agire per qualche ora prima di cuocere il tutto. La tua carne sarà tenera, fragrante e incredibilmente deliziosa.

2. Non pungere il pollo prima di metterlo in forno

Affinché il tuo piatto sia succoso, umido e tenero come desideri, mantieni intatto il pollo senza punzecchiarlo e mettilo in forno. Se dovesse fuoriuscire il succo della carne, quest’ultima potrebbe risultare asciutta.

Questo è qualcosa per deliziare le papille gustative della tua famiglia e dei tuoi ospiti. E se  c’è da aspettarsi qualche spruzzo , non dimenticare che la cosa più importante è divertirsi. Prenditi cura del tuo forno per realizzare le tue migliori ricette e accontentare chi ti circonda!