Al giorno d’oggi, il pagamento online è ora uno dei metodi di pagamento più popolari. Ma la pratica massiccia dell’e-commerce non è priva di conseguenze: da un lato i consumatori devono prendere alcune precauzioni per tutelarsi, dall’altro le aziende devono gestire al meglio i chargeback quando vendono i propri prodotti e servizi. Trascurando questo importante parametro, rischiano di subire pesanti perdite e la loro immagine potrebbe risentirne. Che cos’è esattamente e cosa fare quando un acquisto online va storto? Facciamo il punto.

Acquisto online: cos’è un chargeback?

Paga con carta

Un articolo acquistato online impiega troppo tempo per essere consegnato o arriva danneggiato a casa tua? Vuoi cambiare o restituire un prodotto danneggiato e il venditore non vuole sentire nulla? Sei stato certificato per un rimborso, ma il denaro non è mai arrivato sul tuo conto? Ci sono una moltitudine di situazioni sconvolgenti vissute dai consumatori. Fortunatamente, puoi proteggerti con il meccanismo di “chargeback”. Devi assolutamente familiarizzare con tale opzione che ti farà risparmiare molte controversie nel campo dell’e-commerce.

Concretamente, quando si effettuano pagamenti online con carta di credito, il chargeback è un rimborso del pagamento al titolare della carta. Nasce da una transazione contestata dal pagatore: vale a dire che il consumatore contesta la transazione effettuata con il venditore per motivo fraudolento o altro. Pertanto, questo chargeback annullerà il trasferimento di denaro dalla carta di credito o dal conto bancario del cliente. Ovviamente, questa è una cattiva pubblicità per l’azienda: la sua immagine può essere messa in discussione dai gateway di pagamento. Ma una tale iniziativa protegge notevolmente i consumatori.

Problema con un acquisto online: cosa fare?

È possibile recedere da un acquisto online entro 14 giorni dal ricevimento della consegna

È possibile per un cliente che ha effettuato un acquisto online restituire l’articolo acquistato entro 14 giorni dal ricevimento dello stesso. Questo reso può essere effettuato senza che sia necessario giustificare il motivo o fornire la prova del difetto del prodotto. Il venditore è tenuto a rimborsare il cliente entro 14 giorni dal ricevimento del reso dell’articolo.
Se un difetto si manifesta entro 2 anni dalla consegna di un prodotto, è possibile far valere la garanzia legale di conformità.

Quando un cliente rileva un difetto su un prodotto acquistato online entro 2 anni dalla consegna, può avvalersi della garanzia legale di conformità. Questa garanzia obbliga il venditore a pagare per le riparazioni o la sostituzione del prodotto, o a rimborsare il cliente se il prodotto viene restituito. Tuttavia, il venditore può essere sollevato da questa responsabilità se può dimostrare che il difetto non esisteva al momento della consegna e che si è manifestato successivamente.

Se un difetto si manifesta dopo un periodo di 2 anni dalla consegna di un prodotto, l’acquirente può avvalersi della garanzia legale contro i vizi occulti.

Dopo aver scoperto un vizio occulto in un prodotto acquistato online, il cliente ha un periodo di 2 anni per far valere la garanzia legale contro vizi occulti. Deve provare l’esistenza di un vizio occulto al momento dell’acquisto e che tale vizio rende il prodotto inidoneo all’uso o ne riduce notevolmente l’uso. Il venditore, riconosciuto responsabile, dovrà quindi rimborsare in tutto o in parte il prezzo pagato per tale prodotto difettoso.

Come e quando agire?

Dopo aver scoperto un vizio occulto in un prodotto acquistato online, il cliente ha un periodo di 2 anni per far valere la garanzia legale contro vizi occulti. Deve provare l’esistenza di un vizio occulto al momento dell’acquisto e che tale vizio rende il prodotto inidoneo all’uso o ne riduce notevolmente l’uso. Il venditore, riconosciuto responsabile, dovrà quindi rimborsare in tutto o in parte il prezzo pagato per tale prodotto difettoso.

Suggerimenti per la sicurezza quando si acquista online

Acquista articoli online

Senza dubbio, il commercio online presenta tanti vantaggi quanti svantaggi per i consumatori. È quindi importante tenere conto di alcune misure di sicurezza in modo che la tua esperienza di acquisto sia perfettamente sicura e protetta.

Ecco i consigli da seguire:

  • Utilizzare sempre una connessione sicura (Wi-Fi o rete Internet).
  • Installa una soluzione di sicurezza completa sul tuo computer o smartphone. Tienilo regolarmente aggiornato.
  • Idealmente, assicurati di fare acquisti su siti Web affidabili, popolari e noti per la loro affidabilità.
  • La navigazione sicura inizia con la certezza di essere sul sito desiderato. Evita tutti i link che ricevi tramite e-mail o pubblicità. Molte truffe derivano da questo il più delle volte!
  • Trova e leggi attentamente le politiche sulla privacy, l’informativa sulla privacy e le politiche di restituzione del sito su cui stai acquistando.
  • Assicurati che il sito web del provider, con il quale stai effettuando l’operazione bancaria, riporti chiaramente tutti i suoi recapiti: indirizzo fisico, recapiti telefonici ed eventuali mezzi da seguire in caso di reclamo.
  • Controlla nuovamente che le misure di sicurezza siano in regola prima di effettuare la tua transazione: assicurati soprattutto che il sito sia sicuro [ https://www ], altrimenti è meglio evitarlo.
  • Usa un solo metodo di pagamento online.
  • Come ulteriore misura di sicurezza, disconnettiti sempre e disconnettiti dopo aver completato l’acquisto e ottenuto le ricevute della transazione.