Se la lavastoviglie è un elettrodomestico essenziale, c’è un’opzione sconosciuta nella macchina. Nella maggior parte dei casi ci limitiamo a mettere bicchieri, piatti e posate ma non lo utilizziamo in modo ottimale con la sua piena capacità di contenimento. Dai un’occhiata a questa funzione segreta molto utile.

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici indispensabili nella tua cucina. Poiché si tratta di una macchina a capacità limitata, non tutte le pentole o i piatti possono essere inseriti al suo interno. Per fortuna basta utilizzare una funzione specifica che ti permetterà non solo di mettere in lavastoviglie le tazze, ma anche i bicchieri alti.

Una funzione sconosciuta della lavastoviglie

Piatti in lavastoviglie

logo pinterest

Stoviglie in lavastoviglie – fonte: spm

I cassetti  della lavastoviglie  sono predisposti per appoggiare tazze o bicchieri nella parte superiore e piatti o pentole nella parte inferiore. Puoi azionare una piccola maniglia accanto al cestino per riporre tazze o bicchieri da vino più alti.

Tutto quello che devi fare è premere la parte rotante, grazie alla quale il cestino scenderà e potrà contenere oggetti più grandi. Quindi puoi facilmente posizionarli e lavarli. Sebbene questa opzione possa esserti molto utile, non è disponibile su tutti i modelli di lavastoviglie. Controlla il tuo!

Cosa non va lavato in lavastoviglie?

Metti i piatti in lavastoviglie

logo pinterest

Metti i piatti in lavastoviglie – fonte: spm

Mentre la lavastoviglie può contenere piatti, posate e utensili, ci sono alcuni oggetti che non dovrebbero essere messi in questa unità. Tra loro:

1) Cucchiai o posate di legno perché si gonfiano con l’acqua.

2) Imballaggi in plastica che non sono resistenti all’acqua calda e possono deformarsi.

3)  Coltelli da cucina in ceramica  che possono danneggiarsi.

5) Le pentole in alluminio possono deteriorarsi a causa della reazione con l’acqua (questo può causare la comparsa di un rivestimento scuro sulla superficie)

6) Barattoli con etichette, perché con l’acqua calda si staccano e intasano il filtro della lavastoviglie.

È importante proteggere il vostro apparecchio avviando un lavaggio a vuoto alla massima temperatura (una volta ogni 100 lavaggi). Questo gesto garantisce la pulizia dell’intera macchina e dei tubi di evacuazione. Questa abitudine ti permetterà anche di rimuovere lo sporco e la schiuma di sapone. È anche importante controllare i filtri. Questo controllo ti darà un’idea della sua efficacia. Se li trovi sporchi, il dispositivo richiede un lungo ciclo di aspirazione per essere pulito a fondo.

Prepara il tuo detersivo per piatti

Dai la caccia ai prodotti per la casa non necessari e mantieni le cose semplici. Non c’è bisogno di essere un piccolo chimico per creare i tuoi detergenti. Quindi, pronti, andiamo allo sviluppo del detersivo per piatti?

Ingredienti per fare 1 litro di detersivo per piatti, ti servono:

0,8 l di acqua calda • 50 g di scaglie di sapone di Marsiglia (o grattugiatele voi stessi) • 1 cucchiaio di sapone nero. La sua funzione: pulire e nutrire tutte le superfici. • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio. La sua funzione: pulire, sgrassare, setacciare, deodorare, impedire la proliferazione di batteri, distaccare, addolcire l’acqua dura. • 1 cucchiaio di cristalli di soda. La loro funzione: pulire, deodorare, disincrostare e sciogliere i grassi. Fare attenzione a maneggiarlo con i guanti. • 1 flacone o un dosatore di sapone da 1 litro • Opzionale: qualche goccia di oli essenziali. La loro funzione? Profuma tutto.

Più ecologico, più economico, facile da realizzare, è ora di prendere l’acqua (dei piatti) e creare il tuo prodotto per la pulizia. Prometto, è semplice ed efficace, anche se le preparazioni fatte in casa sono un po’ meno sgrassanti delle soluzioni industriali. Ricorda solo di mettere l’acqua calda per lavare i piatti. Carole, la fondatrice del sito I miei corsi alla rinfusa, ha testato e riprovato più volte la ricetta. Ci dà la sua versione ideale, ma anche i suoi consigli e trucchi.

Passo 1

Mescolare il sapone di Marsiglia in acqua molto calda fino a quando non si scioglie. Insisti bene per sciogliere tutti i trucioli, altrimenti il ​​tuo detersivo per piatti si solidificherà.

2° passo

Aggiungi sapone nero, bicarbonato di sodio e cristalli di soda. L’importante è osservare le proporzioni: i cucchiai dovrebbero prendere tutti la stessa quantità di ogni prodotto. Mescolare fino a completa dissoluzione.

Passaggio 3

Lascia riposare il composto all’aria aperta per diverse ore. Passa dallo stato liquido a una sorta di pasta viscosa. Dovrebbe essere un po’ fluido e denso, ma meno viscoso di un detersivo per piatti industriale concentrato.

Passaggio 4

Versare il composto in un bel dosatore di sapone da 1 litro.

Sapone di Marsiglia

Fai attenzione a scegliere con cura il tuo sapone di Marsiglia perché è oggetto di molte contraffazioni. Autentico è composto da quattro ingredienti: oli vegetali (più spesso olio d’oliva), acqua, sale marino e soda. Il “vero” sapone di Marsiglia contiene il 72% di olio d’oliva.