Press ESC to close

Tutto quello che devi sapere sulla conservazione di un uovo sodo

Bollite, fritte, strapazzate, sode, in camicia, in frittata… Esistono mille e un modo per gustare le nostre uova. Ma, anche se sono salutari e spesso facili da preparare, molte persone hanno un po’ di difficoltà quando si tratta di conservarli. Dovremmo refrigerarli o piuttosto tenerli a temperatura ambiente? E una volta cotte, quanto tempo si conservano le uova sode in frigo? Non rischiano di marcire troppo velocemente? Insomma, in questo articolo cercheremo di rispondere a tutte queste domande che vi assalgono.

Le uova possono essere conservate in frigorifero?

Uova conservate in frigorifero

Domanda veloce: al supermercato dove trovi le uova, in frigo o semplicemente sugli scaffali? Di solito sono a temperatura ambiente? Quindi, hai la tua risposta. Una volta a casa, segui lo stesso principio. Anche se il tuo frigorifero contiene vassoi rotondi appositamente progettati per le uova, ne sconsigliamo l’utilizzo. Meglio tenerli nella loro scatola e tenerli in un angolo riparato dal caldo.

Non hai un posto dove metterle e insisti davvero a  refrigerare le tue uova? In questo caso vi conviene metterli subito in frigorifero appena tornati a casa. Ricordate, durante i mesi caldi, la temperatura del frigorifero non dovrebbe superare i 4º C. Attenzione: non bisogna mai lavare le uova prima di riporle, altrimenti si rischia di distruggere la membrana protettiva e si favorisce l’accumulo di umidità.

Quanto dura un uovo sodo?

Generalmente le uova vengono conservate in un ambiente con temperatura superiore ai 20°C. Ecco perché troverete sempre le scatole sugli scaffali dei negozi e non nei frigoriferi. Ma che dire delle uova sode? Una volta cotti, se li volete conservare per dopo, come conservarli al meglio? Ecco due idee:

  • Con la conchiglia

Lasciarli prima raffreddare a temperatura ambiente. Poi metteteli in un contenitore ermetico e lì potrete conservarli tranquillamente in frigorifero per qualche giorno.

  • Senza guscio

Ne avrai bisogno per guarnire la tua insalata o per preparare le uova alla diavola? In questo caso, una volta sgusciate, lasciatele raffreddare a temperatura ambiente, mettetele in un contenitore ermetico e copritele con un panno umido. Se li conservate così per un po’ in frigorifero, non dimenticate di cambiare il panno ogni giorno. Altrimenti è anche possibile conservarli in un contenitore non sigillato pieno d’acqua (cambiare l’acqua ogni giorno).

Per informazioni

Le uova sode (con il guscio o sbucciate) dovrebbero essere consumate entro tre o quattro giorni dalla cottura. I tuorli cotti possono rimanere intatti fino a 5 giorni.

Domande frequenti

Come conservare le uova sode?

Quindi, preferibilmente, conservateli in frigorifero a 7°C massimo. Intendiamoci, lo scomparto a loro dedicato nella  porta del frigorifero  non è proprio adatto alle vostre uova sode, a causa delle continue aperture e chiusure. Ovviamente saranno esposti agli sbalzi di temperatura e quindi rischieranno di danneggiarsi. Allo stesso modo, poiché tendono ad assorbire odori forti, è meglio non installarli accanto a pesce o formaggi. Punto importante:  il guscio dell’uovo non deve mai entrare in contatto con altri alimenti per evitare la possibile trasmissione della salmonella  (batteri tossici). Prima di buttare via la scatola di cartone, dai un’occhiata alle istruzioni. Questa confezione  fornisce informazioni utili sulla conservazione : alcuni produttori consigliano di mettere subito le uova in frigorifero, mentre altri specificano la data a partire dalla quale le uova devono essere conservate in frigorifero.

Nota: se lo si desidera è possibile congelare le uova crude. Come ? O rompi l’uovo per mescolare il tuorlo con l’albume, oppure puoi congelarli separatamente.

Come fai a sapere se un uovo sodo è ancora buono da mangiare?

Di solito, ci affidiamo principalmente al nostro giudizio prima di mangiare un uovo. Colore e odore sono spesso segnali evidenti. Se l’interno dell’uovo è grigio o acquoso, probabilmente è rovinato. Se noti che il guscio è viscoso, è probabile che sia contaminato da batteri o muffe. Allo stesso modo, un guscio marrone è un segno di decomposizione. Dopo la cottura notate che il tuorlo è pallido, addirittura verdastro? Questo significa solo che l’uovo era un po’ troppo cotto. Se lo dimentichi nella padella, il tuorlo si mescola con l’idrogeno solforato, che è ciò che provoca quell’odore di gas. E se noti un anello grigio chiaramente marcato o che diventa completamente verde, è molto probabile che l’uovo sia marcio.