Press ESC to close

Un trucco geniale per pulire a fondo la lavatrice per evitare che si rompa

Per trovare vestiti puliti e profumati dopo ogni ciclo di lavaggio, è importante eseguire regolarmente la manutenzione della lavatrice. Infatti, quando è sporca, la lavatrice ricopre i nostri vestiti di pelucchi e sporco, oltre a impregnarli di un cattivo odore. Scopri come pulire a fondo la tua lavatrice con questo trucco naturale.

Per pulire la lavatrice senza spendere una fortuna, puoi usare bicarbonato di sodio e aceto bianco. Questo duo ti permetterà di disinfettare la tua lavatrice per trovare un bucato pulito che abbia un buon profumo.

Bicarbonato di sodio e aceto bianco per pulire la lavatrice

Pulisci il tamburo

Per pulire e igienizzare il cestello della lavatrice, avrai bisogno

  • 1 litro di aceto bianco
  • 1 tazza di bicarbonato di sodio

L’aceto bianco è  uno sgrassante, disinfettante e anticalcare naturale , mentre il bicarbonato è un  deodorante naturale che elimina sporco e batteri grazie all’azione abrasiva dei suoi cristalli.

Versare l’aceto bianco poi il bicarbonato senza mescolarli ed eseguire un ciclo di lavaggio a vuoto a 90°C. Lascia che la lavatrice funzioni a vuoto per due minuti, quindi spegnila e lascia riposare il composto per un’ora. Quindi riavviare il ciclo di lavaggio per completare il programma. Se ritieni che la tua lavatrice sia molto sporca,  puoi versare un altro litro di aceto bianco  nel cestello ed eseguire un secondo ciclo di lavaggio a 90°C per essere sicuro di eliminare gli ultimi residui. Si consiglia di effettuare questo lavaggio una volta ogni 2 mesi.

bicarbonato lavatrice

Pulisci il sigillo

Durante la pulizia del cestello non dimenticare di pulire anche la guarnizione da residui di detersivo, batteri e sporco incrostato.

Per fare questo, mescola una dose di aceto bianco con un po’ d’acqua in una ciotola per formare una pasta, poi immergici un vecchio spazzolino da denti e strofina la giuntura. Puoi effettuare una pulizia finale passando una spugna imbevuta di aceto bianco sulla guarnizione per rimuovere le ultime tracce di sporco.

Si noti che è possibile utilizzare anche il sapone liquido di Marsiglia per pulire le fughe. Tutto quello che devi fare è immergere una spugna in acqua e sapone e strofinare l’articolazione per pulirla e disinfettarla. Passare un panno in microfibra all’estremità per asciugare e completare la pulizia.

pulizia della lavatrice

Pulire il cassetto del detersivo

Rimuovere la vaschetta del detersivo e strofinarla con una spugna imbevuta di aceto bianco per rimuovere sporco e residui di detersivo. Puoi aiutarti con uno spazzolino da denti per sciogliere i residui che si accumulano negli angoli del vassoio, difficili da raggiungere.

Pulisci il filtro

Anche il filtro della lavatrice deve essere sottoposto a manutenzione e pulito  almeno una volta al trimestre.  Quest’ultimo, infatti,  accumula calcare, lanugine e residui di detersivo, ed è questo che porta ai cattivi odori  che si riscontrano in lavatrice, ma anche sul bucato.

Per pulire il filtro, prima rimuoverlo e farlo scorrere sotto il rubinetto per pulirlo con acqua tiepida. Successivamente, immergi uno spazzolino da denti in una pasta a base di bicarbonato di sodio e acqua e strofina il filtro per rimuovere i residui incrostati e lo sporco. Risciacqua il filtro con acqua tiepida, asciugalo con un panno in microfibra e rimettilo al suo posto. È importante rimontarlo correttamente per non causare perdite.

Pertanto, sarai in grado di pulire l’intera lavatrice utilizzando solo due ingredienti. Tanto più che questo è importante per evitare muffe e batteri che intasano il filtro e sporcano il bucato. Quindi ricordati di pulire regolarmente il tuo elettrodomestico, ma anche  di evitare certi errori durante il bucato , che maltrattano la lavatrice ma anche il bucato.

Quali errori di lavanderia dovresti evitare?

  • Uso eccessivo di detersivo: l’utilizzo di detersivo in grandi quantità rischia di impedirne il completo scioglimento in acqua e  quindi di provocare macchie bianche sulla biancheria.
  • Utilizzare l’ammorbidente puro: se usato in grandi quantità e senza essere diluito in acqua, l’ammorbidente scorre sulla biancheria e  provoca macchie gialle sui vestiti.
  • Chiudere l’oblò della lavatrice al termine del ciclo di lavaggio: questo riflesso impedisce all’elettrodomestico di asciugarsi correttamente. L’umidità trattenuta porta alla crescita di batteri e muffe.
  • Dimenticare la biancheria nel cestello: tenere la biancheria bagnata in lavatrice dopo la fine del ciclo è anche causa di cattivi odori che si riscontrano sui vestiti, ma anche in lavatrice.