Press ESC to close

Un trucco magico per sbucciare facilmente le castagne

Tacchino alle castagne, castagne candite, crema di castagne, caldarroste o caldarroste vendute al mercatino di Natale… Tutte queste preparazioni sono in realtà a base di castagne. E sì, molte persone confondono ancora gli ippocastani, questi piccoli frutti tossici, con le castagne, che sono commestibili, come ricorda l’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, ambientale e sanitaria. Deliziose nelle nostre ricette culinarie, le castagne sono comunque difficili da sbucciare. In questo articolo vi sveliamo dei consigli per sbucciare velocemente le castagne.

Per le feste di fine anno, molte persone elaborano buone ricette a base di castagne. Castagne grigliate, crema o purea di castagne, brodo di pollo con castagne, torta morbida con farina di castagne o foie gras con castagne. Questi piccoli frutti si inseriscono perfettamente nelle nostre preparazioni culinarie. Tuttavia, sbucciare le castagne è un compito complesso. Per aiutarvi a sbucciare le castagne crude o cotte, ecco un pratico trucchetto che vi faciliterà il lavoro.

Consigli pratici per sbucciare le castagne

sbucciare le castagne

Per togliere facilmente la buccia alle castagne crude, è consigliabile avvolgerle in un panno asciutto in modo che l’umidità di questi frutti possa ammorbidire la buccia e facilitarne così la pelatura. Tieni presente che questo frutto, se consumato crudo, potrebbe essere difficile da digerire.

Inoltre, se volete sbucciare le castagne dopo averle cotte, procedete come segue:

  • Inciderli trasversalmente in alto o in basso
  • Immergere la frutta in una pentola di acqua bollente per 10 minuti
  • Aspettate che le castagne si raffreddino, quindi scolatele e privatele della scorza
  • Per eliminare la seconda pelle, più resistente, mettete a bagno le castagne in una bacinella piena di acqua o latte e conservatele nel contenitore in frigorifero per tutta la notte.
  • Il giorno dopo mettete le castagne in una pentola piena d’acqua e fatele bollire
  • Lasciare raffreddare, scolare quindi strofinare le castagne con le dita per togliere più facilmente la buccia

Altri modi per togliere velocemente la crosta alle castagne

Oltre al trucco dell’acqua bollente, ci sono due metodi efficaci per sbucciare le castagne.

castagne cotte

Prima di cuocere le castagne ricordatevi di fare un’incisione sulla frutta con un coltellino in modo che circoli il calore e si cuociano in modo ottimale.

  • Il microonde

Il microonde può rendere più facile questo noioso compito di sbucciare le castagne. Inizia spaccando il guscio della castagna usando un coltello, quindi metti la frutta nel microonde per uno o due minuti. Quando estrai la frutta dal microonde, le due bucce saranno più facili da rimuovere.

Crema di castagne

  • Il forno tradizionale

Per sbucciare le tue castagne il più velocemente possibile e preparare deliziose ricette per addobbare la tua tavola di Natale utilizzando i frutti dei castagni, ti basta un forno tradizionale. Disponete le castagne incise su una teglia forata e accendete il forno a 220°C. Lascia cuocere i tuoi frutti per circa 20 minuti, quindi rimuovili dal forno per sbucciarli facilmente.

L’importanza della differenziazione tra castagne e castagne

differenza marrone castagna

Durante l’autunno, raccogliere castagne e castagne durante una passeggiata nel bosco è un’attività che i bambini adorano. Tuttavia, questi frutti non sono sempre commestibili. Per differenziare queste due varietà quando si raccolgono questi frutti, bisogna prestare attenzione alla loro forma e dimensione. Le castagne derivano dal castagno, sono tondeggianti e grandi, mentre  le castagne sono più appiattite e hanno forma triangolare. Se ancora non riesci a distinguere castagne e castagne, analizza il bug. Nel caso del castagno, è ricoperto da più spighe e contiene da due a tre castagne separate da membrane. Le castagne, invece, hanno una capsula spessa, verde, contenente cime piccole, distanziate e corte. Inoltre, contengono generalmente un solo marrone, grande e arrotondato.

dolore addominale marrone

Come indicato dall’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare (ANSES), gli ippocastani sono tossici e possono provocare disturbi digestivi, dolori addominali, vomito, nausea o irritazioni alla gola.